Martedì, 20 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

Vibo, la frazione costiera di Bivona tra degrado e rifiuti

di

A fine mese l'appuntamento è con il motocross ma più che una corsa ad ostacoli si preannuncia una gara nel degrado quella che si disputerà a Bivona. Degrado e abbandono è infatti il leitmotiv che caratterizza le frazioni costiere di Vibo Valentia. Ma ad essere completamente lasciata all’incuria è soprattutto Bivona dove tra una settimana, per la precisione il 31 marzo, si svolgerà un’importante gara di motocross a livello regionale che porterà una grande affluenza di pubblico.

A segnalare la grave situazione ambientale sono i cittadini della frazione che più volte hanno segnalato la situazione al Comune. "Lo stato in cui si presenta la frazione - sottolineano gli abitanti della zona – certo non è un buon biglietto da visita per chi parteciperà alla manifestazione del 31 marzo". Ma l’accento viene posto anche sulle condizioni in cui si presenta il litorale a pochi mesi dall’inizio della stagione estiva e sulle tante inottemperanze contrattuali da parte della ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti e di pulizia delle strade. L’accento dei residenti viene posto soprattutto sulla pulizia della spiaggia per come previsto dal Capitolato speciale d'appalto (art. 25.2) e sul fatto che per agevolare il percorso di gara dovrebbero essere rimossi i pali attrezzati con i cestini per la raccolta differenziata, ormai dimenticati e pieni di rifiuti di ogni genere. Per non parlare della la pulizia degli argini delle strade iniziata a dicembre e poi interrotta.

"L’erba è infatti ricresciuta visto che per come previsto (Csa art. 25.2) – sostengono ancora i cittadini - non è stato irrorato il diserbante". Il giardinetto nei pressi della Tonnara di Bivona è stato pulito ieri dai residenti, stanchi di essere presi in giro. Altra nota dolente è lo spazzamento delle strade. "Bisogna garantire l’igiene urbana – evidenzia la gente - precisamente come previsto dal contratto. Invece il servizio viene svolto in maniera approssimativa e saltando di qua e di là. Lo spazzamento di alcune vie e piazze – continuano gli abitanti di Bivona - è previsto infatti a cadenza giornaliera e in altre zone 3 volte a settimana. Il contratto prevede pure il recupero di ogni tipo di rifiuto visto che l’operatore ecologico da dicembre è ormai diventato un miraggio". Altra nota dolente è quella legata al lavaggio delle strade che secondo i residenti non si effettua più dal 2017. Idem per la potatura degli alberi nei giardinetti pubblici di Bivona, su via Emilia e su corso Michele Bianchi a Vibo Marina che non viene effettuata almeno da due anni.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook