Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Patrimonio archeologico di Vibo inaccessibile: viaggio tra rovi e dimenticanze - Foto

di

Le due giornate, volute dalla neonata amministrazione comunale a guida Maria Limardo, alla riscoperta dell'immenso patrimonio archeologico che la città possiede, hanno messo in luce, ancora una volta, l'inaccessibilità dei luoghi che rappresentano il cuore pulsante del Parco Archeologico “Hipponion-Vibo Valentia”.

Il sindaco Limardo, soprattutto in campagna elettorale, ha puntato molto sul tema della cultura come motore di sviluppo anche di un percorso identificativo che deve portare al rilancio complessivo della città capoluogo.

La realtà ci prospetta però un'altra estate trascorsa all'insegna dei cancelli sbarrati ed un parco archeologico sostanzialmente non fruibile ed accessibile. Un motore culturale immobile, fermo e lasciato nel più totale abbandono in molte aree che lo contraddistinguono.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook