Sabato, 26 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca "Nuove Leve" dei Giampà a Lamezia, in appello nove condanne e tre assoluzioni - Nomi e foto

"Nuove Leve" dei Giampà a Lamezia, in appello nove condanne e tre assoluzioni - Nomi e foto

Cinque condanne confermate, 4 rideterminate e 3 assoluzioni. Si è concluso così il processo d’appello "Nuove Leve" per gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato. Il processo, scaturito dall’operazione che il 24 febbraio del 2017, aveva riguardato quella che gli inquirenti hanno definito la nuova generazione della cosca Giampà di Lamezia Terme. Dopo le richieste del pg e la conclusione delle discussioni degli avvocati oggi è stata emessa la sentenza.

Sono stati condannati: Vincenzo Giampà detto “Il Camacio” 5 anni, 4 mesi e 4mila euro di multa; Roberto Castaldo 10 anni; Giuseppe Paone 8 anni; Francesca Allegro 8 anni; Maria Muraca 7 anni e 4 mesi. Sono stati assolti: Danilo Cappello difeso dall'avvocato Cerra, per il quale il pg aveva chiesto la conferma della condanna in primo grado di 8 anni; Gregorio Scalise difeso dagli avvocati Naccarato e Lomonaco per il quale il pg aveva chiesto la conferma della condanna in primo grado di 8 anni; Eugenio Giampà difeso dagli avvocati Larussa e Iacopino per il quale il pg aveva chiesto la conferma della condanna di primo grado in 8 anni.

Sono state rideterminate le pene per Michele Muraca in 2 anni e mesi 8 di reclusione; Marco Francesco De Vito in 5 anni e mesi 4 di reclusione; Andrea Mancuso in 3 anni di reclusione e Vincenzo Vigliaturo in 3 anni di reclusione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook