Venerdì, 24 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Sanità in Calabria, protesta dei tirocinanti: bloccate le strade d'accesso alla Cittadella regionale

Sanità in Calabria, protesta dei tirocinanti: bloccate le strade d'accesso alla Cittadella regionale

Circa 200 persone stanno manifestando a Catanzaro, davanti alla sede della Regione Calabria, per sollecitare soluzioni nei settori della sanità e dell'occupazione. Sono tante e composite le rivendicazioni dei manifestanti, tra i quali ci sono i militanti dell'Usb e di altre organizzazioni sindacali, di movimenti apartitici, di esponenti di movimenti di destra e di sinistra, ambulanti, tirocinanti della giustizia.

Tra le rivendicazioni il “no” agli ospedali da campo per privilegiare la sanità pubblica rispetto a quella privata e l'apertura degli ospedali dismessi, garanzie su misure economiche che sostengono le imprese e l'occupazione. I manifestanti attendono l'arrivo alla Regione del ministro Boccia.

Momenti di tensione si sono registrati quando alcuni manifestanti hanno cercato di avvicinarsi all'ingresso principale della Regione: l'intervento e le mediazione della polizia hanno convinto i manifestanti dal desistere.

I circa 200 dimostranti hanno bloccato le strade d'accesso che portano alla Cittadella regionale e al campus universitario. Chiedono di essere ricevuti dal ministro delle Autonomie, Francesco Boccia, che si trova nel capoluogo calabrese per presiedere in video collegamento la Conferenza Stato-Regioni.

Foto di Salvatore Monteverde

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook