Sabato, 27 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Accessi in calo al Pronto soccorso di Catanzaro. L’effetto Covid “spaventa” gli utenti

Accessi in calo al Pronto soccorso di Catanzaro. L’effetto Covid “spaventa” gli utenti

di

Sarà paura, sarà tentennamento. Fatto sta che da quando si “annusa” aria di coronavirus le persone che si rivolgono al pronto soccorso dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio” sono diminuite del 35%. Un dato che potrebbe far credere che nel periodo pandemico qualche anima buona abbia fertilizzato il terreno arido e brullo sul quale non riesce a mettere radici la famosa medicina territoriale. Un fantasma intelligente che, così facendo, avrebbe incrementato quei servizi che servono a evitare d’intasare gli ospedali e a garantire la continuità assistenziale per i pazienti dimessi dagli ospedali e che hanno patologie croniche. Ma questo è un servizio da sempre assente in tutta la Calabria e, chissà perché, non si arriva a comprendere che ridurrebbe di oltre il 60% gli accessi annui al pronto soccorso e, cosa ancora più importante, abbatterebbe di gran lunga il numero dei ricoveri a volte inappropriati che affollano i reparti ospedalieri.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook