Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Briatico, mare sporco e territorio deturpato. Ed in spiaggia arrivano anche i tubi - FOTO|VIDEO

Briatico, mare sporco e territorio deturpato. Ed in spiaggia arrivano anche i tubi - FOTO|VIDEO

di

Un territorio dalla bellezza incontaminata. Spiagge, scogliera, angoli tutti da scoprire. Questa è Briatico, meravigliosa località della Costa degli Dei vibonese, che però da anni vive in uno stato di totale degrado ed abbandono. Prima c'erano i commissari, ora c'è un sindaco ed una giunta comunale, ma le cose, almeno per il momento, ed almeno per ciò che concerne Punta Scrugli, non sono cambiate.

Arrivare in spiaggia a Punta Scrugli è un'impresa: la stradina già stretta è quasi impercorribile per via di erbacce e canneti nei quali a fatica passa una macchina.

Ma i problemi persistono ed aumentano quando si arriva in spiaggia e qui le colpe non sono tutte addebitabili alle amministrazioni locali. Un mix di mancati interventi, di inciviltà dei cittadini  (che continua ad abbandonare rifiuti di ogni genere ovunque) ha reso difficili i giorni scorsi.

Alcuni bagnanti hanno notato ieri dei grossi tubi in acqua e li hanno portati in spiaggia in attesa che vengano rimossi. E ancora: mare sporco e chiazze enormi di schiuma in un tratto di mare davvero suggestivo e che è iper frequentato in estate.

A parlare ai nostri microfoni è Maria Rita Parisi, cittadina romana con origini vibonesi: "La situazione per me è molto grave. Mare sporco, segno che c'è qualche scarico abusivo. Territorio deturpato, raccolta dei rifiuti che non funziona, e ora anche dei grossi tubi che abbiamo vista in acqua e che abbiamo depositato in spiaggia in attesa che vengano rimossi. Ho chiamato la Capitaneria di Porto, ho chiamato l'Arpacal, ma niente. Mi è stato detto che dovrà essere il Comune di Briatico a rimuovere i tubi. Ma sarebbe utile anche capire la provenienza di questi tubi, peraltro non è difficile perchè sono nuovi, ci sono ancora i codici a barre. A me dispiace molto vedere il territorio abbandonato così perchè è da anni che vengo qui e sono vibonese di origine. L'auspicio è che tramite l'informazione si possa muovere qualcosa"

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook