Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Don Pino Puglisi, studenti lametini lo ricordano con la Curia e con la polizia

Don Pino Puglisi, studenti lametini lo ricordano con la Curia e con la polizia

Nel solco di Padre Pino Puglisi ucciso, il 15 settembre del 1993 dalla mafia perché toglieva dalla strada tanti giovani palermitani, sottraendoli ad appetiti e mani di criminali, in
maniera semplice quattro bambini lametini lo hanno voluto ricordare anche a Lamezia Terme. Lo hanno fatto recandosi dal Vescovo Mons. Giuseppe Schillaci ed al Commissariato della Polizia di Stato accolti da diversi agenti e dal Primo Dirigente, il dott. Antonino Cannarella.
Hanno portato al Presule lametino ed al Commissariato i loro disegni con gli insegnamenti di Don Pino Puglisi che educava con amore e secondo il Vangelo, ricordando: "Se ognuno di noi fa qualcosa, insieme possiamo fare molto". Ma riflettendo pure: " Non ho paura delle parole dei violenti, ma del silenzio degli onesti".
Umberto Nicotera, Raffaele Barberio, Francesco Puzzello e Lorenzo Varrà hanno consegnato anche due targhe per dire "grazie di cuore" a Mons. Schillaci ed al Sovrintendente Salvatore Aversa ed alla Prof.ssa Lucia Precenzano, Martiri di Giustizia, per la testimonianza di coraggio e speranza che hanno donato e continuano a donare a tutta la nostra Comunità. "Qui dovrete sentirvi sempre casa vostra" ha detto ai bambini il Dott. Antonino Cannarella. "Ricordare il sacrificio di chi ha donato la sua vita per regalarci un mondo più bello e migliore è molto importante" hanno risposto i bambini, rimasti davvero contenti dall'accoglienza spontanea e familiare che hanno ricevuto.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook