Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Orrore a Crotone, cani come in un lager: sequestrati e maltrattati in un appartamento FOTO

Orrore a Crotone, cani come in un lager: sequestrati e maltrattati in un appartamento FOTO

Ventinove cani, detenuti in condizioni di degrado sono stati sequestrati in un'abitazione privata durante un blitz congiunto eseguito dai militari della stazione Carabinieri Forestale di Crotone, e della Stazione Carabinieri Forestale di Santa Severina, unitamente a personale della Procura della Repubblica, del Comune di Crotone, della Polizia Locale e dell’Asp di Crotone.

E' stato infatti accertato che i cani erano oggetto di maltrattamento e detenuti in condizioni tali da provocare odori nauseabondi e molesti. In particolare i militari, intervenuti su delega dell’Autorità Giudiziaria in un appartamento di civile abitazione, collocato, in pieno centro cittadino, in un edificio a più piani e corpi di fabbrica, hanno eseguito un decreto di perquisizione locale emesso dalla Procura di Crotone, e resosi necessario a causa del rifiuto del soggetto presente all’interno locali stessi di aprire.

Per accedere ai locali è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco e l’ausilio di personale del 118, e, a seguito della perquisizione eseguita, sono stati individuati all’interno dell’appartamento costituito da numerosi vani, 29 cani di razza meticcia, detenuti in condizioni inadeguate e in gravi condizioni igienico/sanitarie, e, di questi, solo un ridotto numero era in possesso di microchip.

Sono state riscontrate diverse anomalie, sovraffollamento, locali fatiscenti, e soprattutto che gli animali presentavano evidenti problemi sanitari e alla cute. E’ stata quindi contestata l’ipotesi di maltrattamento di animali di cui all’art. 544ter del codice penale, e l’emissione di odori molesti, procedendo ovviamente al sequestro degli animali e al loro trasferimento e custodia presso un canile idoneo nel comune di Torre Melissa.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook