Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca “Calabria Straordinaria”, claim promozionale per il turismo. E c'è la "Terra dei padri"

“Calabria Straordinaria”, claim promozionale per il turismo. E c'è la "Terra dei padri"

di

Calabria straordinaria. Uno slogan che deve diventare un brand. Non solo immagini patinate da mettere in vetrina negli expo mondiali ma una vera e propria programmazione in cui accoglienza turistica fa rima con marketing, mobilità, comunicazione, strutture ricettive moderne e funzionali, operatori qualificati”. Questo, in sintesi il leit motiv degli Stati generali del Turismo che l'assessore regionale al ramo, Fausto Orsomarso, ha convocato a Falerna.
Lo stesso assessore, insieme ai dirigenti Antonella Cauteruccio e Antonino De Lorenzo, ha aperto i lavori che andranno avanti fino a sabato e che chiuderanno con la relazione finale del governatore Roberto Occhiuto.
Orsomarso ha lanciato il nuovo progetto sistemico per una Calabria che ha tutte le potenzialità per diventare la Florida d'Europa anche e soprattutto mettendo in pratica il progetto de “La terra dei padri”, già presentato dalla Giunta Spirli e rimasto inattuato a causa della pandemia. “Terra dei padri” significa turismo delle radici, ovvero accoglienza turistica di tutti quei calabresi sparsi nel mondo, emigrati di seconda e terza generazione che la Calabria non l'hanno mai visitata. Una sfida possibile se il turismo diventa comparto organizzato in grado di riportare nella terra dei padri i sette milioni di calabresi residenti nei cinque continenti.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook