Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Scritte mafiose sulle mura del Comune di Roccabernarda, raid opera di minorenni

Scritte mafiose sulle mura del Comune di Roccabernarda, raid opera di minorenni

I carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro, a seguito della ricezione da parte del vice sindaco del Comune di Roccabernarda, nella mattinata del 19 aprile, di una denuncia per l’avvenuto imbrattamento delle mura esterne dell’edificio ospitante il citato Ente, hanno avviato delle serrate e articolate indagini, all’esito preliminare delle quali si ritiene di poter escludere che le stesse fossero dirette in alcun modo all’Amministrazione Comunale o ai suoi membri.

La responsabilità del deplorevole gesto sarebbe da attribuire ad alcuni giovani del luogo, minorenni, in corso di compiuta identificazione, che sono soliti riunirsi proprio a ridosso del perimetro del Palazzo Comunale.
Ancora, proprio il contenuto delle scritte ha consentito di ricondurre il gesto a dissidi tra adolescenti. Sono in corso ulteriori approfondimenti finalizzati ad accertare l’esistenza di vincoli familiari tra alcuni dei giovani ritenuti coinvolti ed esponenti della criminalità organizzata di quel territorio. L’episodio, pur nella sua gravità evidenziata dalla mancata sensibilità da parte dei responsabili, per aver esaltato la sottocultura mafiosa, è stato ampiamente stigmatizzato dalla cittadinanza, che ha fornito ampio contributo e grande collaborazione agli accertamenti condotti dall’Arma.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook