Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Gimigliano, nella parrocchia del Santissimo Salvatore arriva una reliquia del giovane beato Carlo Auctis

Gimigliano, nella parrocchia del Santissimo Salvatore arriva una reliquia del giovane beato Carlo Auctis

È arrivata a Gimigliano una reliquia di Carlo Acutis, il giovane morto di leucemia a soli 15 anni nel 2006 e beatificato ad Assisi nell’ottobre del 2020. A ospitarla per prima la Parrocchia del Santissimo Salvatore durante la solenne celebrazione per l'inizio dell'anno catechistico. Oltre cento bambini e ragazzi hanno accolto con gioia la visita di questo piccolo grande testimone della fede.

Fin da piccolo Carlo aveva dimostrato un amore speciale per Dio, anche se i suoi genitori non erano particolarmente devoti. La sua grande testimonianza di fede lo ha portato a essere riconosciuto in tutto il mondo come un cibernauta della nuova evangelizzazione, capace di adattare ai nuovi linguaggi anche della rete e dei social, il messaggio di Gesù e lo ha reso oggetto di una devozione molto condivisa.
La comunità di Gimigliano ha intitolato a Carlo Acutis l'oratorio parrocchiale gestito da quasi un anno in collaborazione con i giovani della locale Pro Loco.

Entusiasmo ma anche tanta emozione da parte dei catechisti, dei bambini e delle famiglie che hanno affollato l'artistica chiesa matrice.
Domenica prossima 9 ottobre la reliquia verrà accolta dalla comunità parrocchiale di Santa Maria Assunta e nel pomeriggio dai fedeli nella Basilica di Porto dove rimarrà fino al 16 ottobre, data in cui l'Arcivescovo Claudio Maniago amministrerà il sacramento della Confermazione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook