Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Il 2022 a Catanzaro, Crotone e Vibo. Il trionfo di Fiorita, le tragedie sulla 106, la sanità al collasso

Il 2022 a Catanzaro, Crotone e Vibo. Il trionfo di Fiorita, le tragedie sulla 106, la sanità al collasso

GENNAIO

1 GENNAIO 2022: Indagini a tutto campo sin da Capodanno nel Vibonese per fare luce sull’omicidio di Giuseppe De Masi, di 39 anni, ucciso a colpi di pistola la sera di San Silvestro mentre era dal barbiere.

6 GENNAIO 2022: Una frana spezza le condotte dell’acquedotto dell’Alaco e getta nell’emergenza idrica Vibo Valentia e altri centri della provincia: Sant’Onofrio, Stefanaconi, Pizzoni, Gerocarne, Dinami e comuni delle Serre. Ci vorranno giorni perché Sorical riesca a ripristinare il danno avvenuto a valle di Serra San Bruno. Sempre il 6 gennaio viene fuori la notizia del gesto eroico avvenuto a Lamezia Terme, dove un arbitro di calcio, Domenico Colace, a dicembre 2021 ha salvato la vita a un giocatore colto da malore durante un match amatoriale di calcio a 5.

9 GENNAIO 2022: Catanzaro e la sua Diocesi hanno un nuovo pastore: dal 9 gennaio è iniziata ufficialmente l’era di monsignor Claudio Maniago alla guida dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, dopo alcuni mesi di vacatio imposti dalle dimissioni anticipate di monsignor Vincenzo Bertolone in cui a occuparsi della curia è stato l’amministratore apostolico monsignor Angelo Panzetta. Nella città della Piana, il 9 gennaio si parla dello stallo in cui è finito il progetto della nuova aerostazione. Dopo che la Commissione europea ha escluso il primo progetto da oltre 50 milioni di euro, a valere sul Por 2007-2013, a causa dei ritardi nell’attuazione, era emersa la volontà della Regione di destinare poco meno di 26 milioni di euro a un ulteriore progetto di aerostazione, stavolta meno faraonico e più sostenibile.

10 GENNAIO 2022: Ritorno a scuola complicato in alcuni plessi di Catanzaro dove alcuni vandali hanno devastato due strutture. Si tratta dell’Aldisio e del plesso Patari-Rodari di via Daniele. In due popolari scuole dei Tre colli al danno del Covid si è dunque aggiunta la beffa di una furia devastatrice che ha lasciato di stucco dirigenti scolastici, docenti e alunni che, in molti casi, erano quasi arrivati a scuola quando sono stati costretti a fare dietrofront.

11 GENNAIO 2022: Nel capoluogo di regione sono stati riuniti in un unico procedimento i due filoni in cui si era divisa l’inchiesta Gettonopoli, l’inchiesta su gettoni di presenza e rimborsi che ha coinvolto la quasi totalità dei consiglieri comunali della consiliatura eletta nel 2017.

12 GENNAIO 2022: La Corte d’Assise di Catanzaro condanna all’ergastolo Annunziato Lerose, il 65enne di San Nicola dell'Alto accusato del duplice omicidio degli allevatori Francesco e Saverio Raffa, padre e figlio di 59 e 33 anni, uccisi a colpi di fucile calibro 12 il 22 dicembre 2018 nelle campagne di Pallagorio.

14 GENNAIO 2022: Il Comune di Catanzaro fa il punto sui 21 progetti per circa 100 milioni di euro presentati nell’ambito del Cis “Calabria Svelare bellezza”: tra questi anche quelli inseriti in precedenti programmazioni (non finanziate) come quelli per il recupero delle periferie degradate ma anche relativi al sistema della mobilità.

16 GENNAIO 2022:  Femminicidio a Motta Santa Lucia, nel Lametino: un 49enne marocchino viene fermato per omicidio volontario aggravato della moglie. Secondo le prime ricostruzioni avrebbe ucciso la moglie soffocandola al culmine di un litigio domestico, riferendo tutto al proprio datore di lavoro che ha subito denunciato l’accaduto.

19 GENNAIO 2022: Arriva la stangata nei confronti dei 70 imputati nel processo Imponimento contro la cosca Anello nel Vibonese: boss, gregari e professionisti insospettabili, tutti condannati. Nella stessa giornata, la Guardia di Finanza di Catanzaro ha eseguito un sequestro preventivo di somme pari a 82 mila euro nei confronti di sei persone indagate per associazione a delinquere finalizzata alla truffa in danno del servizio sanitario nazionale e di falso in certificati amministrativi: avrebbero prodotto ricette false, utilizzando ricettari rubati e nominativi di sanitari inesistenti o esistenti ma estranei all’attività illecita, per ottenere un ingente quantitativo di farmaci da rivendere in una farmacia il cui titolare era coinvolto nel raggiro.

26 GENNAIO 2022: viene alla luce la potenziale voragine finanziaria causata dai contratti derivati swap alla Provincia di Catanzaro. Poche settimane dopo l’insediamento del nuovo Consiglio dell’ente già con i conti in rosso, l’amministrazione Abramo procede all’annullamento in autotutela della delibera del 2007 con la quale era stato dato il via libera all’operazione di finanza derivata che avrebbe potuto causare un esborso di oltre 60 milioni fino al 2035. L’annullamento sarà al centro di una contesa davanti alla giustizia amministrativa intrapresa dalle banche con le quali il contratto era stato stipulato.

28 GENNAIO 2022: la sentenza di primo grado salva poco dell’enorme mole di presunti illeciti che costituiscono le inchieste Multopoli e Catanzaropoli. Cadono le accuse agli amministratori locali, assolti perché il fatto non sussiste, tra gli altri, il sindaco Sergio Abramo e gli ex assessori Massimo Lomonaco e Stefania Lo Giudice. Resta però l’ombra di una gestione opaca della polizia municipale.

FEBBRAIO

1 FEBBRAIO 2022: Il mese si apre con l’ennesimo incidente mortale sulla Statale 106. Due le vittime a San Sostene: Gabriele e Davide Origlia, 29 anni, entrambi di Roccella. Dal punto di vista degli enti locali il mese si apre a Crotone con la decisione del sindaco Vincenzo Voce di azzerare la Giunta, per provare a mettere a tacere ogni polemica, e ogni “suggerimento”, proveniente dal Consiglio comunale e anche dall’esterno. E nel giro di poche ore vara il nuovo esecutivo: alla fine resteranno fuori solo Ilario Sorgiovanni e Ugo Carvelli.

6 FEBBRAIO 2022: È di quattro agenti feriti il bilancio della rivolta scoppiata il 6 febbraio nel carcere di Catanzaro. E poteva essere ben peggiore non solo per il numero dei detenuti coinvolti nelle violenze ma anche perché sono arrivati a un passo dalle chiavi dei cancelli.

9 FEBBRAIO 2022: E' arrivata una doppia archiviazione da parte del Csm per il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. Nessun provvedimento di competenza del Consiglio superiore della magistratura da adottare: questa la formula con cui il plenum ha chiuso i fascicoli aperti sulla base di due esposti relativi a dichiarazioni del magistrato sulle sue indagini, uno dei quali presentato dal presidente dell’Unione delle Camere penali Giandomenico Caiazza. L’avvocato lamentava, tra l’altro, che in un’intervista resa nel 2021 al Corriere della Sera, Gratteri avesse espresso rilievi «disdicevoli» nei confronti dei giudici del tribunale del riesame di Catanzaro.

10 FEBBRAIO 2022: Ha fatto rientro nella sua casa nel centro storico di Catanzaro l’avvocato ed ex senatore di Forza Italia Giancarlo Pittelli. Il noto penalista calabrese, sotto processo per concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta Scott Rinascita, ha fatto rientro dal carcere di Melfi in cui si trovava detenuto dal 7 dicembre 2021. Il collegio del Tribunale di Vibo Valentia, davanti a cui si sta svolgendo il processo, ha accolto l’istanza avanzata dai legali Salvatore Staiano e Guido Contestabile.

11 FEBBRAIO 2022: la Corte d’Assise d’appello di Catanzaro ha confermato la condanna di primo grado nei confronti di Antonio Pontoriero, 46 anni di San Calogero, accusato dell’omicidio volontario di Soumaila Sacko, bracciante e sindacalista maliano dell’Usb, avvenuto il 2 giugno 2018.

14 FEBBRAIO 2022: Un’auto distrutta dalle fiamme e con all’interno resti carbonizzati di una persona è stata ritrovata nelle campagne di San Calogero, territorio tra le province di Vibo e Reggio; il corpo apparterrebbe a Giuseppe Salvatore Tutino, 61 anni di Rosarno del quale si era persa ogni traccia dal 15 dicembre 2021.

15 FEBBRAIO 2022: «Un quadro di assoluto allarme offre la sanità calabrese, vera e propria ferita aperta nel territorio dell’intera regione, come emerso con evidenza nel drammatico momento dell’emergenza pandemica». Si apre così il capitolo dedicato al sistema sanitario catanzarese nella relazione sull’esito delle due missioni svolte dalla Commissione parlamentare antimafia a Catanzaro e a Vibo Valentia, nel settembre e nell’ottobre del 2020. Durante la visita nel capoluogo calabrese i parlamentari hanno raccolto la testimonianza di Luisa Latella, Salvatore Gullì e Franca Tancredi, i componenti della commissione prefettizia che ha guidato l’Asp di Catanzaro dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose.

16 FEBBRAIO 2022: Il 16 febbraio, a Dasà, il sindaco Raffaele Scaturchio è stato aggredito da quattro persone. Già l’indomani tre di loro sono state arrestate. Il movente sarebbe da ricercarsi nella solidarietà espressa da Scaturchio ai militari della caserma di Arena oggetto di aggressione da parte di due di loro nei mesi precedenti.

17 FEBBRAIO 2022: Sono 264 i capi d’imputazione contestati a 99 indagati, 23 dei quali raggiunti da misure cautelari nell’ambito dell’operazione condotta dalla Squadra Mobile di Catanzaro, contro un’associazione dedita al narcotraffico che sarebbe stata gestita da Antonio Pagliuso e Domenico Bonali. Il punto nevralgico dello spaccio sarebbe nel cuore della movida di Lamezia Terme. Nella stessa giornata, a Lamezia, scatta l’operazione Boccaccio in cui vengono coinvolti l’imprenditore Claudio Arpaia e la moglie Annamaria Del Gaudio oltre a un consulente finanziario e un imprenditore trentino. L’accusa è autoriciclaggio, sequestrati beni per milioni di euro.

18 FEBBRAIO 2022: Assolto perché «il fatto non sussiste» Domenico Tallini, l’ex presidente del Consiglio regionale accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Questa la decisione del gup del Tribunale di Catanzaro Barbara Saccà, il 18 febbraio, al termine del processo con rito abbreviato scaturito dall’inchiesta Farmabusiness. Altri 14 imputati sono stati condannati, tra i quali anche i parenti più prossimi del boss Nicolino Grande Aracri.

22 FEBBRAIO 2022: Arresto, a Soverato, di un medico ospedaliero di angiocardiologia che si sarebbe spacciato per ginecologo abusando sessualmente di 63 donne, una delle quali di minore età. A scoperchiare il vaso di Pandora la denuncia di una delle vittime che, nel mese di giugno 2021, si era rivolta ai carabinieri della compagnia di Soverato per raccontare l’abuso subito.

23 FEBBRAIO 2022: la Provincia di Catanzaro approva il piano di riequilibrio di durata ventennale, per avere i conti in ordine entro il 2040 e, possibilmente, anche intorno al 2035.

MARZO

2 MARZO 2022: L’Asp di Catanzaro il 2 marzo vara il riparto dei fondi Pnrr da utilizzare per la nuova rete della sanità pubblica. Sono previsti 3 Ospedali di comunità, 4 Centrali operative territoriali e 10 Case della comunità. Gli Ospedali di comunità sorgeranno a Botricello, a Girifalco e a Soveria Mannelli. Le Case della comunità sorgeranno invece a Catanzaro (Polo sanitario territoriale Umberto I, via Acri), Badolato (Pst, via Nazionale), Squillace (Pst, via Assanti), Curinga (Pst, via Salice), Sersale (Pst, piazza Borrelli), Taverna (Pst, via Campo sportivo), San Mango d’Aquino (Struttura sanitaria, via Piano snc), Catanzaro Lido (Pst, viale Crotone), Lamezia Terme (Distretto, piazza Borrelli) e Soverato (terreno nuovo Distretto, via Amirante). Ad avere una Centrale operativa territoriale saranno invece Botricello, Catanzaro, Soverato, Lamezia Terme.

3 MARZO 2022: Il gup Alfredo Ferraro ha rinviato a giudizio l’ex consigliere regionale di Forza Italia Claudio Parente e i due (ex) consiglieri comunali di maggioranza Giuseppe Pisano e Francesco Gironda, entrambi eletti nel civico consesso nella lista “Officina del Sud”, il movimento fondato proprio da Parente. Confermate le accuse di peculato per Parente e di corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio per Pisano e Gironda. Nello stesso giorno, a Lamezia dopo settimane di attesa, arriva la fumata bianca. È stato sostanzialmente trovato l’accordo tra la Regione e il socio privato (ormai ex) di maggioranza sul prezzo di vendita per il passaggio di cedole della Sacal, la società che gestisce i tre aeroporti calabresi. Caduti nel vuoto i tentativi dei soci privati di cedere alla Regione solo la parte minima necessaria a mantenere pubblica la maggioranza, ora è arrivato il loro passo di lato. Le quote in mano ai soggetti pubblici saranno il settanta per cento del totale e saranno distribuite tra Regione, Fincalabra e gli altri enti. Il restante trenta sarà appannaggio dei privati, con in testa la holding Lamezia Sviluppo.

4 MARZO 2022: Oltre sessanta salme in attesa di sepoltura al cimitero di Nicastro. Diventa un caso la carenza di loculi che si trascina da un paio di anni: il feretro di chiunque muoia è costretto a sostare in area “osservazione”, a trovare un posto provvisorio presso cappelle di familiari e amici e a pagare comunque una tassa di circa 600 euro quando il più delle volte i loculi sono pericolanti e circondati da incuria. Il quadro resterà tale per diverso tempo, nonostante le esumazioni e cremazioni per liberare nuovi posti.

5 MARZO 2022: A Roma viene catturato il latitante Giuseppe Campisi, 62 anni, di Nicotera. Indossava una parrucca per passare inosservato e aveva documenti falsi. Era ricercato dall’ottobre 2019, quando si era sottratto all’arresto nell’ambito del blitz contro il narcotraffico denominato “Ossessione”. False assunzioni per ottenere i rimborsi per la disoccupazione. Sono 53 le persone che rischiano di finire a processo a Catanzaro per truffa. La richiesta del pm arriva il 17 marzo nell’ambito di un filone di Basso profilo.

7 MARZO 2022: Si torna a uccidere a Lamezia. A finire sotto i colpi d’arma da fuoco i fratelli Luigi e Luciano Trovato, già noti alle forze dell’ordine perché coinvolti nell’operazione “Perseo” del 2013, e un loro amico, Pasquale D’Angela. Il bilancio dell’agguato di ieri è di un morto e due feriti gravi: Luigi Trovato, 52 anni, è deceduto durante il trasporto in ospedale; feriti gli altri due. Con l’accusa di concorso in omicidio volontario e tentativo di omicidio volontario plurimo sono stati arrestati Antonio Monteleone (23 anni) e Claudio Paola (36 anni), presunti autori dell’agguato.

8 MARZO 2022: Sangue a Cutro, dove una donna è stata uccisa proprio nella ricorrenza con un colpo d’arma da fuoco. La vittima, Vincenza Ribecco, 60 anni, è stata uccisa nella sua abitazione di via dei Gesuiti, a poca distanza dalla piazza centrale della frazione collinare di Cutro. Per il suo omicidio i carabinieri hanno sottoposto a fermo l’ex marito Alfonso Diletto, 69enne pensionato. Agli inquirenti ha spiegato di aver sparato «accidentalmente», mosso dalla «gelosia per una possibile relazione dell’ex moglie con un altro uomo».

11 MARZO 2022: arrivano le condanne a quattro ergastoli per gli imputati nel processo per la morte di Francesco Rosso, il macellaio 35enne ucciso il 14 aprile 2015 a Simeri Crichi. La Corte d’Assise, presieduta dal giudice Alessandro Bravin, ha inflitto il carcere a vita a Evangelista Russo, 70enne ritenuto il mandante dell’omicidio; a Francesco Mauro, 41 anni, che avrebbe materialmente consegnato la pistola Luger calibro 9 al killer; Gregorio Procopio, 56 anni, e il figlio Antonio di 31, entrambi di Botricello. La pena a 24 anni di carcere è stata comminata a Vincenzo Sculco, trentenne di Andali.

13 MARZO 2022: Movida insanguinata nel Catanzarese; nella nota discoteca Atmosfera, a Roccelletta di Borgia, uno degli addetti alla sicurezza è stato gambizzato da uno sconosciuto. Ma già nella stessa serata, dopo che i carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro gli hanno dato la caccia per l’intera giornata, Carmelo Ripepi, 21 anni, residente nella frazione Piscopio di Vibo Valentia, si è consegnato ai militari del Comando provinciale di Vibo, dichiarando di essere stato lui ad esplodere i colpi di pistola, pur non chiarendo nell’immediato il movente.

18 MARZO 2022: Diventa definitiva la condanna a 16 anni di carcere per Gaetano Muller, 23 anni di Sorianello, per l’omicidio del cugino Bruno Lazzaro, avvenuto il 4 marzo 2018, al culmine di una lite per motivi sentimentali: la relazione di Lazzaro con l’ex del cugino, figlia di un boss della zona. A Lamezia Terme scoppia l’allarme sulla presenza di metalli pesanti, legati a smaltimento illecito di rifiuti, nel campo rom di Scordovillo. La relazione di Arpacal finisce agli atti di varie inchieste giudiziarie e da essa emerge «la contaminazione della matrice suolo e quindi il rischio di potenziale contaminazione della falda».

20 MARZO 2022: Era riuscita a sfuggire alle bombe scappando dall’Ucraina e ha trovato la morte a Crotone, dove era giunta da qualche giorno assieme ad altri connazionali. Un destino crudele ha colpito una bimba ucraina di 5 anni, Taisiia Marzeniyk, deceduta dopo essere stata investita in contrada Cantorato, a nord della città, da un giovane crotonese che, pur non avendo ancora la patente, guidava un Fiat Doblò. Per l’accaduto il 18enne Giuseppe Pio De Fazio è stato arrestato dai carabinieri.

APRILE

1 APRILE 2022: È stato arrestato l’allevatore Pietro Rossomanno il cui nome era stato iscritto subito nel registro degli indagati dopo la morte di Simona Cavallaro, la 20enne soveratese sbranata da un branco di cani a Satriano. L’uomo è stato posto ai domiciliari (misura poi attenuata) in quanto proprietario del gregge e degli animali a sua protezione; gli stessi che hanno ucciso la giovane.

5 APRILE 2022: Al Pronto soccorso dello Jazzolino, a Vibo, una dottoressa (per ogni turno vi è un solo medico) è stata aggredita da un uomo, parente di un paziente in attesa, dal giorno precedente, di essere trasferito a Polistena per problemi di natura ortopedica dovuti a una frattura. il mancato arrivo dell’ambulanza avrebbe esacerbato gli animi, fatto salire la tensione alle stelle e fatto perdere le staffe all’uomo che si è scagliato contro la dottoressa.

6 APRILE 2022: C’è chi sarebbe mancato dal lavoro per oltre 100 giorni senza visita medica. Decine di casi che avrebbero incrinato la «funzionalità del servizio 118» dell’Asp di Catanzaro. Episodi ricostruiti nell’avviso di conclusione delle indagini notificati il 6 aprile dalla Procura a 38 professionisti. I, medici in servizio al 118, secondo quanto emerso durante le indagini, avrebbero simulato una malattia di massa dopo che la Commissione prefettizia che guidava l’Asp aveva effettuato il taglio delle indennità aggiuntive e richiesto il rimborso con trattenuta sullo stipendio. Oltre ai sanitari del 118 nel registro degli indagati sono finiti anche i medici di base che avrebbero firmato i certificati senza neanche visitare, in alcuni casi, i propri colleghi.

8 APRILE 2022: Un organico di magistrati sottodimensionato, tale da causare una situazione «assolutamente insostenibile» e che «stride con l’esigenza di sempre maggiore giustizia (anche e soprattutto amministrativa) in un territorio fortemente “a rischio”». È una lettera piena di preoccupazione ma che racchiude un appello concreto a un potenziamento del Tar Calabria quella inviata l’8 aprile al presidente del Consiglio di Stato Franco Frattini dagli avvocati Alfredo Gualtieri e Oreste Morcavallo, rispettivamente presidente della Camera amministrativa distrettuale e delegato regionale della Società italiana degli avvocati amministrativisti. L’obiettivo è appunto quello di riuscire a dare maggiore linfa all’organico giudiziario in servizio al Tribunale amministrativo di Catanzaro.

11 APRILE 2022: Venti condanne, 12 assoluzioni e due non luogo a procedere. Sono i numeri del processo scaturito dall’operazione “Rimpiazzo” che vedeva imputati, tra gli altri, diversi esponenti del clan dei Piscopisani. La sentenza l’11 aprile mette un primo punto fermo su un’inchiesta che avrebbe fermato un clan, quello appunto dei Piscopisani, in ascesa, con l’ambizione di competere sul territorio vibonese con la cosca Mancuso di Limbadi. Durante l’attività investigativa è emerso come i piscopisani erano riusciti a estendere i propri affari anche fuori regione, creando una base operativa a Bologna. Nelo stesso giorno arriva la decisione del gup Alfredo Ferraro per le 29 persone coinvolte nell’inchiesta Alibante con cui la Dda di Catanzaro ha svelato le infiltrazioni della cosca Bagalà nella vita economica e politica dei comuni della costa tirrenica lametina. Tutti a processo. Hanno retto quindi le accuse nei confronti del presunto boss Carmelo Bagalà, della figlia l’avvocato Maria Rita Bagalà, di Giovanni Costanzo, già sindaco di Falerna e in passato anche consigliere provinciale, e gli ex amministratori di Nocera Terinese Luigi Ferlaino e Francesco Cardamone. Gli imputati devono rispondere a vario titolo di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione, estorsione, consumata e tentata, intestazione fittizia di beni, rivelazione di segreti d’ufficio e turbativa d’asta.

13 APRILE 2022: A Catanzaro la criminalità alza il tiro contro il Centro calabrese di solidarietà, armando la mano di un ragazzino. Sono da poco passate le 19.30, quando un’operatrice avverte la presenza di qualcuno. Si volta e vede un’ombra nel corridoio. Fa in tempo a scorgere un ragazzino che si allontana. Gli corre dietro. A quel punto però il giovane, appena fuori dalla struttura, si gira verso di lei impugnando una pistola. Spara un solo colpo, probabilmente in aria, poi fugge. La donna non viene colpita mentre il bossolo verrà poi ritrovato nel cortile.

19 APRILE 2022: Un cambiamento radicale nella gestione dei rifiuti e del servizio idrico in Calabria. È quella che arriva con la creazione, attraverso una legge approvata in Consiglio regionale, di un unico ambito territoriale ottimale corrispondente al territorio della Calabria, sia per il servizio idrico integrato sia il servizio di gestione dei rifiuti urbani. Di fatto si tratta di una multiutility per la gestione dei servizi pubblici locali dell’ambiente, affidata il 22 aprile a Bruno Gualtieri, nominato dal governatore Roberto Occhiuto commissario dell’Autorità. Un profilo esperto, con un’esperienza da dg del dipartimento Ambiente alla Regione (oltre che del Comune di Catanzaro) e dirigente dell’Ato del capoluogo di regione, l’unico in Calabria ad aver ottenuto risultati concreti nella gestione dei rifiuti e degli impianti.

24 APRILE 2022: Lascia la diocesi di Lamezia terme dopo appena tre anni, a luglio 2019 era avvenuto il suo insediamento, monsignor Giuseppe Schillaci, nominato vescovo di Nicosia. «Ho apprezzato il cuore della città e di tante altre cittadine dalle grandi potenzialità – dirà nei saluti – Chiedo perdono per i miei limiti. Ho cercato di fare del mio meglio in questi anni difficili».

26 APRILE 2022: I militari della Gdf su ordine della Procura hanno notificato all’avvocato Giancarlo Pittelli e a sua moglie Caterina Concolino un decreto di perquisizione con avviso di garanzia. L’ipotesi d’accusa è bancarotta fraudolenta per distrazione. Al centro del nuovo fascicolo c’è la struttura turistica che Pittelli avrebbe dovuto realizzare a Copanello di Stalettì e per la quale aveva ottenuto un finanziamento pubblico. Il progetto però non fu mai realizzato.

27 APRILE 2022: «Non è configurabile la prospettata condotta dannosa». Il 27 aprile si chiude con l’assoluzione per tutti il procedimento innescato dalla Corte dei conti contro tre ex presidenti della Regione: Giuseppe Scopelliti, Antonella Stasi (subentrata dopo le dimissioni del primo) e Mario Oliverio. La seconda sezione giurisdizionale d’appello ha infatti rigettato il ricorso che era stato presentato dalla Procura della Corte dei conti calabrese. Sotto i riflettori della magistratura contabile era finita la corresponsione dell’indennità di risultato a due ex capi di gabinetto.

MAGGIO

2 MAGGIO 2022: La Guardia di Finanza di Crotone sequestra beni per due milioni di euro ed esegue dieci misure cautelari (sette in carcere). Finisce in carcere il boss Alfonso Mannolo. Estorsione aggravata dal metodo mafioso, usura e riciclaggio i reati contesti nel fascicolo dell’inchiesta che è solo l’ultimo capitolo di un romanzo criminale che comincia con l’inchiesta “Kyterion” del 2015 e prosegue poi con “Borderland” e “Malapianta”. Al centro dell’ultima indagine anti-’ndrangheta, la “locale” federata composta dalle famiglie Mannolo-Zofreo-Trapasso-Falcone che avrebbero imposto le loro regole lungo tutta la costa da Steccato di Cutro all’Alto Ionio Catanzarese. Quaranta chilometri di litorale da Barco Vercillo in territorio di Cutro a San Vincenzo di Sellia Marina dove le ’ndrine di San Leonardo di Cutro, legate alla provincia di ’ndrangheta in mano ai Grande Aracri, imponevano il pizzo e le forniture ai villaggi turistici.

5 MAGGIO 2022: arriva la sentenza di Gettonopoli a Crotone, l’inchiesta sui gettoni di presenza che i consiglieri comunali avevano percepito per la partecipazione alle riunioni delle commissioni consiliari tra il 2014 e il 2016: due condanne e 12 assoluzioni. Smontata per la gran parte la tesi accusatoria della falsificazione dei verbali delle sedute al fine di ottenere e far avere i rimborsi. Nella stessa giornata, a Vibo Valentia, la Procura della Repubblica guidata da Camillo Falvo apre un fascicolo per far luce sulla gestione del Sistema bibliotecario vibonese. Al vaglio degli investigatori numerose pratiche, con l’obiettivo di fugare ogni ombra sulla gestione dell’Ente che da anni costituisce per la città e il territorio una preziosa risorsa, considerato che è organizzatore del Festival Leggere&Scrivere e di altri eventi culturali.

7  MAGGIO 2022: Monsignor Serafino Parisi diventa vescovo di Lamezia Terme. La nomina da parte di Papa Francesco arriva il 7 marzo e il presule si rivolge subito alla sua nuova comunità con un messaggio di saluto che è stato letto in Cattedrale: «Vengo a voi tutti con un forte ed appassionato abbraccio nel Signore».

8 MAGGIO 2022: Tra le colline di Paravati, dopo i mesi tristi della pandemia, è ritornato il grande popolo di Natuzza Evolo. Migliaia sono stati - nonostante le poche gocce di pioggia che hanno accompagnato in alcuni momenti gli eventi - i pellegrini provenienti da ogni parte d’Italia (dalla Liguria alla Sicilia) che hanno partecipato nel giorno della festa della Mamma alla messa per il 35° anniversario della nascita della fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime, voluta da Natuzza, su ispirazione della Madonna.

9 MAGGIO 2022: Gestione del porto di Badolato sotto i riflettori della giustizia catanzarese. L’ex sindaco Gerardo Mannello viene rinviato a giudizio per abuso d’ufficio.

10 MAGGIO 2022: Dramma della solitudine a Vibo Valentia dove dopo 15 giorni vengono trovati in una casa in via Serao i corpi senza vita di fratello e sorella, 62 e 67 anni. I corpi in avanzato stato di decomposizione fanno capire che il decesso era avvenuto già da circa due settimane, senza che nessuno se ne sia accorto. Ignote le cause della loro morte - senza vita sono stati trovati anche gli animali domestici che stavano nella casa assieme ai due fratelli - tra le piste battute dagli inquirenti quella legata al malfunzionamento di una caldaia che avrebbe causato un’intossicazione fatale.

13 MAGGIO 2022: Centinaia di persone hanno partecipato il 13 maggio a Catanzaro al sit-in per il procuratore Nicola Gratteri. La manifestazione è stata promossa da associazioni e movimenti all’indomani della scoperta di un nuovo progetto di attentato ai danni del magistrato. L’obiettivo è stato quello di fornire una «scorta civica» a Gratteri e agli altri magistrati del distretto di Catanzaro impegnati in prima linea nel contrasto alla ’ndrangheta.

14 MAGGIO 2022: Si è aperta ufficialmente il 14 maggio la campagna elettorale a Catanzaro e negli altri centri chiamati al voto il prossimo 12 giugno per rinnovare gli organi comunali. Sei i candidati alla carica di sindaco del capoluogo di regione: Nino Campo (indipendente), Francesco Di Lieto (sinistra), Valerio Donato (civico), Wanda Ferro (Fratelli d’Italia), Nicola Fiorita (centrosinistra) e Antonello Talerico (civico moderato). Per loro, anche l’incognita del ballottaggio tra i primi due più votati qualora nessuno dei candidati riesca a ottenere la maggioranza assoluta dei voti. Sono oltre 700 i candidati che aspirano a uno dei 32 posti in Consiglio comunale, distribuiti in ventitré liste: rispettivamente una per Campo, Di Lieto e Ferro, cinque ciascuno per Fiorita e Talerico, dieci a sostegno di Donato. Di fatto si chiude l’era di Sergio Abramo, giunto al quarto e ultimo mandato con il centrodestra. Sfide importanti a Soverato e Pizzo nell’area centrale della Calabria. Nella città ionica si contendono Palazzo di città Daniele Vacca, Azzurra Rita Ranieri e Stefano Frangipane. Nel centro del Tirreno sono invece quattro i contendenti: Francesco Muzzopappa, Sergio Pititto, Emilio De Pasquale e Giuseppe De Caria.

20 MAGGIO 2022: Le “porte” del 41 bis, il carcere duro, si sono aperte per il boss di Filadelfia, Rocco Anello di 61 anni e per il fratello Tommaso di 58, suo braccio destro. Il ministro di Grazia e Giustizia, infatti, su richiesta della Dda ha disposto l’inasprimento del regime carcerario nei confronti dei due imputati, entrambi coinvolti nel luglio 2020 nell’operazione “Imponimento” attraverso cui la Procura distrettuale e la Guardia di finanza assestavano un duro colpo alla locale di ’ndrangheta di Filadelfia. Sempre il 20 maggio arriva il rinvio a giudizio, a Catanzaro, di 45 persone accusate di aver organizzato false assunzioni per ottenere i sussidi di disoccupazione.

29 MAGGIO 2022: Nel capoluogo sfuma nell’ultima domenica del mese il sogno della finale playoff di serie C ormai a un passo. La beffa atroce si concretizza al 97’, su punizione del Padova. Il Catanzaro aveva condotto una partita praticamente perfetta, imbrigliando la manovra degli avversari, partiti meglio, ma sorpresi dalla veemenza e dal pressing degli uomini di Vivarini, protagonisti di una stagione brillante.

GIUGNO

3 GIUGNO 2022 Viale Isonzo 222, a Catanzaro, come le Vele di Scampia, piazze di spaccio e di degrado trasformati in set cinematografici per raccontare storie di coraggio e riscatto. Così i protagonisti della nuova crime story potrebbero avere accenti calabresi. Il regista Andrea Paonessa, che a inizio giugno ha ultimato le riprese, vorrebbe che diventasse una serie tv come “Gomorra”; per ora Jason è un cortometraggio girato nella periferia sud, quartier generale della criminalità rom.

4 GIUGNO 2022: All’Istituto penale minorile di Catanzaro, due detenuti ventenni hanno distrutto la loro cella per il mancato trasferimento nella casa circondariale di Siano.

6 GIUGNO 2022: A Vibo Valentia si dimette il vicesindaco Domenico Primerano, una figura tecnica, su pressing dell’area azzurra che fa capo a Tonino Daffinà. «La conformazione dell’attuale maggioranza, – ha scritto all’epoca al sindaco Maria Limardo – la sua specifica caratterizzazione, pone il problema della mia permanenza in Giunta: ed essendo io un tecnico , ritengo non sussistano più le condizioni della mia presenza nell’esecutivo comunale. Le regole della politica – ha osservato Primerano – sono queste e io le accetto». Al suo posto verrà nominato Pasquale Scalamogna.

7 GIUGNO 2022: Un allevatore, Antonio Giuseppe Preiti, di 64 anni, muore a causa delle lesioni interne provocategli dagli zoccoli di una mucca. Il tutto non è avvenuto all’interno di una stalla o in un campo, bensì sulle scale di un casolare, sconvolgendo una tranquilla giornata di lavoro in località “Torre campo” a San Calogero. Nello stesso giorno ignoti hanno decapitato la statua della Madonnina sulla spiaggia di Gizzeria Lido. Un grave gesto vandalico che ha suscitato profondo scalpore oltre che tanta angoscia da parte della comunità tutta. La sacra effige è posta proprio sul litorale davanti al frequentatissimo lungomare della cittadina tirrenica del Lametino.

8 GIUGNO 2022: Minacciati di morte due magistrati in servizio al Tribunale di Vibo Valentia-sezione Lavoro. I volantini firmati da un fantomatico “Unione per la legalità” vengono trovati  all’ingresso del Tribunale di via Lacquari e subito sequestrati. La Procura di Salerno apre un’inchiesta. «Ci troviamo davanti ad atteggiamenti e minacce inaccettabili – evidenzia il procuratore di Vibo, Camillo Falvo – soprattutto perché rivolte a giovani magistrati che in condizioni molto difficili svolgono il loro lavoro in una terra e in un ufficio giudiziario particolarmente esposto».

13 GIUGNO 2022: l’ex presidente di sezione della Corte d’Appello di Catanzaro, Marco Petrini, viene assolto dal giudice monocratico di Salerno per non avere commesso il fatto. L’accusa era quella di accesso abusivo al sistema informatico della Corte d’Appello.

15 GIUGNO 2022: viene sciolto il Consiglio comunale di Soriano per presunte infiltrazioni mafiose, la seconda volta in quindici anni. Sulla decisione del Consiglio dei ministri sono pesate le risultanze dell’attività svolta dalla commissione d’accesso agli atti inviata al Comune di Soriano, dal prefetto di Vibo Roberta Lulli, nell’agosto del 2021. Una notizia che ha colto alla sprovvista il sindaco Vincenzo Bartone e la sua amministrazione.

24 GIUGNO 2022: È una battaglia giudiziaria che si conferma lunga e combattuta colpo su colpo quella tra l’amministrazione provinciale di Catanzaro e alcune delle società coinvolte nell’operazione di swap annullata da Palazzo di vetro nei mesi scorsi. Il 24 giugno approda infatti al Consiglio di Stato la discussione sull’ordinanza con la quale il Tar, a maggio, ha respinto la richiesta della Bnl spa di ottenere l’ostensione del parere fornito all’ente intermedio dallo studio legale Giovannelli, Masi Cecconi & associati e della relazione istruttoria della Finance Active Italia priva di omissis.

26 GIUGNO 2022: Nicola Fiorita diventa nuovo sindaco di Catanzaro al ballottaggio. Il docente catanzarese sostenuto dal centrosinistra supera al ballottaggio lo sfidante Valerio Donato (avvocato, anche lui docente universitario) la cui coalizione al primo turno aveva strappato la maggioranza dei voti, riuscendo a ottenere una supremazia numerica nel Consiglio comunale. Al secondo turno Fiorita ha potuto contare sul sostegno dell’area di Antonello Talerico, ottenendo il 58% dei consensi, mentre Donato ha visto probabilmente mancare una parte di quel sostegno delle anime del centrodestra che al primo turno erano invece parse irresistibili. Si chiude così l’era di Sergio Abramo, che con quattro mandati (non consecutivi) ha governato per quasi vent’anni il Comune di Catanzaro. A Soverato vince invece Daniele Vacca, esponente dell’amministrazione uscente, mentre a Pizzo i cittadini scelgono Sergio Pititto per chiudere la pagina del commissariamento straordinario. Nello stesso giorno la Procura di Vibo chiude l’inchiesta “Diacono” in cui risultano coinvolte 72 persone. Gli inquirenti hanno ipotizzato l’esistenza di un presunto e vasto giro di corruzione che avrebbe portato, in cambio di denaro e di altre utilità, a falsi diplomi con i quali i beneficiari avrebbero partecipato a concorsi pubblici con la finalità di un’assunzione nelle scuole. Al centro dell’inchiesta l’Accademia “Fidia” di Stefanaconi. Quando è scattata (marzo 2021) gli indagati erano 23, 46 soggetti erano in fase di identificazione e 19 le società sequestrate. Sono poi seguiti scarcerazioni e dissequestri, da ultimo quello del Riesame che, a maggio, ha disposto la restituzione dei beni ai principali indagati.

27 GIUGNO 2022: Abuso d’ufficio. È l’ipotesi di reato formulata nei confronti del sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, che è anche presidente dell’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia. Al centro delle indagini una delibera di Giunta risalente al dicembre dello scorso anno con cui viene conferito un incarico per le attività legali dell’ente a un avvocato vibonese, ritenuto molto vicino al sindaco di Stefanaconi.

LUGLIO

1 LUGLIO 2022: il Consiglio comunale di Guardavalle è tornato ufficialmente in carica. Il Consiglio di Stato ha completamente ribaltato la sentenza del Tar che aveva confermato lo scioglimento del Consiglio comunale. I giudici di secondo grado, accogliendo il ricorso presentato dal sindaco Pino Ussia e dai consiglieri di maggioranza, difesi dagli avvocati Giuseppe Pitaro e Gaetano Liperoti, hanno stabilito che lo scioglimento del Consiglio comunale, per ingerenze mafiose, avvenuto nel febbraio 2021, è illegittimo ed hanno annullato il decreto del presidente della Repubblica con cui era stato deliberata la fine anticipata della consiliatura in corso.

4 LUGLIO 2022: Associazione a delinquere aggravata dal metodo ’ndranghetistico; distruzione di documenti contabili; bancarotta fraudolenta; ricettazione; riciclaggio; e autoriciclaggio. Sono le accuse contenute nell’avviso di conclusione indagini che il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Milano, Bruna Albertini, ha fatto recapitare alle 41 persone finite al centro dell’inchiesta sulle presunte infiltrazioni della cosca Arena-Nicoscia di Isola Capo Rizzuto nei lavori di «armamento e manutenzione» appaltati in tutto il Paese da Rete ferroviaria italiana (parte offesa del procedimento). Tra gli indagati anche l’imprenditrice calabrese Maria Antonietta Ventura, che lo scorso anno era stata indicata quale possibile candidata alla presidenza della Regione per il Pd.

10 LUGLIO 2022: È il nipote di un boss della ’ndrangheta uno dei due diciassettenni indagati per la brutale aggressione avvenuta in piena notte a Roccabernarda, nel Crotonese, ai danni di Francesco Coco, ex sindaco e sottufficiale in pensione dell’Arma, noto per le sue battaglie contro le cosche del territorio. Un agguato realizzato col favore del buio che ha lasciato la vittima, spina nel fianco della criminalità locale, a terra con ferite sul volto e sulla testa.

13 LUGLIO 2022: Il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita presenta la nuova Giunta: Giusy Iemma (vicesindaco), Donatella Monteverdi, Aldo Casalinuovo, Marinella Giordano, Antonio Borelli, Antonio Cosentino, Bonaventura Lazzaro, Marina Mongiardo, Raffaele Nicola Scalise. Nella stessa giornata il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha firmato un contratto di comodato con il presidente della Corte d’Appello di Catanzaro, Domenico Introcaso, e con il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Nicola Gratteri, per ospitare una delle nove sedi italiane della Procura europea nello storico Palazzo Alemanni, nel cuore del centro storico di Catanzaro. Palazzo Alemanni è stato sede della Presidenza della Giunta calabrese e ha ospitato anche gli uffici del Commissario per l’emergenza sanitaria, ora tornerà a vivere come sede di uffici giudiziari. Nel capoluogo calabrese opereranno due procuratori distrettuali europei che avranno competenza su tutto il territorio calabrese e sul distretto di Potenza.

15 LUGLIO 2022: Terribile incidente a Maida. Un elefante del Safari Park ha aggredito un’operatrice dello zoo, provocandole danni gravissimi su tutto il corpo. L’incidente si è verificato intorno alle 15 quando l’animale improvvisamente si è fiondato sulla donna, una 46enne che lavora nello zoo, scaraventandola violentemente a terra. L’elefante le ha schiacciato l’addome e il femore.

16 LUGLIO 2022: Tragedia a Cessaniti il 16 luglio: l’auto su cui erano a bordo due coniugi, per cause in via di accertamento, è andata a schiantarsi contro il muro di una chiesa. L’incidente mortale è costato la vita a un uomo di 82 anni, Bruno Evola, e alla moglie, Mattea Cafaro, di 73 anni.

20 LUGLIO 2022: Tre condanne e un’assoluzione per l’omicidio di Domenico Belsito, 34 anni di Sant’Onofrio, ferito in un agguato a Pizzo il 18 marzo del 2004 e deceduto a distanza di giorni a causa delle ferite riportate. La sentenza arriva al termine del processo con rito abbreviato. Il gup distrettuale Giuseppe De Salvatore ha condannato a 30 anni Nicola Bonavota, 46 anni di Sant’Onofrio; Francesco Fortuna, 42 anni, anch’egli di Sant’Onofrio. Otto anni di carcere invece la condanna nei confronti del collaboratore di giustizia Andrea Mantella, 50 anni di Vibo.

26 LUGLIO 2022: Si è concluso con sei condanne il processo con rito abbreviato scaturito dall’operazione “Demetra 2”, inchiesta condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Vibo – con il coordinamento della Dda di Catanzaro – che collegava il gravissimo attentato esplosivo del 19 aprile del 2018 a Limbadi (costato la vita a Matteo Vinci) a un traffico di stupefacenti lungo l’asse Limbadi-Soriano. Ma davanti al gup non hanno retto le accuse relative alla micidiale esplosione contestate a due imputati (Antonio Criniti, 32 anni, e Filippo De Marco, 42 anni, di Soriano) che, così come gli altri quattro, sono stati condannati solo per reati inerenti gli stupefacenti.

28 LUGLIO 2022: Stalettì si risveglia in un inferno di fiamme che avvolge l’edificio della “Guglielmo Cafè” una delle più longeve e importanti realtà imprenditoriali del Mezzogiorno fondata nel 1945 dall’imprenditore Guglielmo Papaleo nella frazione Copanello di Stalettì. Era già successo nel 2012 ed è successo ancora; probabilmente un’intimidazione alla base dell’atto che le forze dell’ordine indagano come doloso. Circa tre ore il tempo necessario per spegnere le fiamme che lasciano dietro di sé detriti, che sciolgono ingenti quantità di caffè rendendolo inutilizzabile, ma che non bloccano il lavoro della torrefazione. In fiamme numerose cataste di pedane in legno, sacchi in materiale plastico e autovetture d’epoca.

AGOSTO

3 AGOSTO 2022:  La richiesta di avere quanto le spettava per il lavoro prestato in un lido di Soverato ha scatenato l’aggressione, accompagnata da insulti e minacce. Col telefono ha ripreso tutto e diffuso il video su Facebook: immagini diventate virali. La protagonista è una giovane nigeriana di 24 anni, di nome Beauty, che – dopo essersi fatta medicare in ospedale a una mano – si è presentata dai Carabinieri. Nei giorni successivi, il titolare del lido verrà indagato per minacce, lesioni personali e rapina. Intanto, nel capoluogo di regione la politica non va in ferie. Il sindaco Nicola Fiorita lancia l’idea di una legge speciale per il capoluogo e il progetto della Grande Catanzaro, per far uscire la città «dall’isolamento». Propone una legge speciale per Catanzaro Capitale, «che fissi in maniera inequivocabile le competenze del capoluogo e stabilisca senza tentennamenti o spinte localistiche che tutte le articolazioni dello Stato centrale abbiano sede a Catanzaro. Una legge che assegni anche consistenti risorse per il potenziamento dell’assetto urbano della città, per la sua accessibilità e per l’incremento dei servizi pubblici a livello regionale e sovraregionale». Intanto si fa formando la “catena di comando” della sua amministrazione: il 17 agosto Gianmichele Bosco viene eletto presidente del Consiglio comunale dopo una lunga contesa a suon di voti con il consigliere di opposizione Eugenio Riccio.
Nella stesa giornata il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, nella veste di commissario per il Piano di rientro sigla l’accordo firmato un accordo con una società statale del governo di Cuba per l’invio in Calabria di circa 500 medici - 497, per la precisione - da affiancare a quelli calabresi «all’occorrenza»: l’accordo sarà operativo da settembre.

6 AGOSTO 2022: La Chiesa che la Madonna chiese a Natuzza, nel lontano 1944, di edificare è stata ufficialmente aperta al culto a Paravati. Migliaia le persone, molte delle quali hanno avuto modo di conoscere direttamente mamma Natuzza, unite nella preghiera per tutta la celebrazione che è durata quasi tre ore.

8 AGOSTO 2022: Un turista bergamasco di 33 anni viene centrato da un fulmine sulla spiaggia di Soverato. È accaduto quando sul litorale del Basso Ionio catanzarese si è abbattuta una violenta grandinata accompagnata da tuoni e saette. La scarica elettrica ha colpito il giovane che era al mare con la moglie, il figlioletto di 4 anni e la suocera. Ricoverato all’ospedale di Catanzaro si riprenderà dopo alcuni giorni.

11 AGOSTO 2022: Una violenza scatenata per uno scambio di persona, dalle terribili conseguenze. A Crotone la brutale aggressione al 18enne bolognese Davide Ferrerio, lasciato morente sull’asfalto dopo un pugno sferrato alla testa con inaudita ferocia. La Polizia arresta nel giro di appena 24 ore il 22enne Nicolò Passalacqua, ritenuto l’autore dell’aggressione. La ricostruzione dei fatti si arricchirà di dettagli, e coinvolgerà altre persone, col passare dei giorni, fino all’arresto, a novembre, di due donne, madre e figlia 17enne, quest’ultima al centro della “contesa” che avrebbe causato il drammatico scambio di persona. La madre, secondo gli inquirenti, avrebbe organizzato un appuntamento, una sorta di spedizione punitiva, contro un uomo di 31 anni che aveva iniziato un flirt sui social con la 17enne. Ma a quell’incontro si presentarono anche Passalacqua e i familiari della ragazza. E quando il reale obiettivo della trappola si palesò vicino al Palazzo di giustizia, e dopo essere stato avvicinato dai familiari della minore, si allontanò dicendo di non essere la persona che cercavano per poi scrivere in un messaggio alla giovane di avere addosso una camicia bianca. In questo modo l'obiettivo diventò il povero Ferrerio.

13 AGOSTO 2022: Non vede il drone e viene inchiodato dalle immagini mentre tenta di appiccare il fuoco a della sterpaglia. Accade a Cutro, con un intervento “dall’alto” in chiave antincendio, nel territorio crotonese. La Regione Calabria intensifica così i controlli per bloccare il numero di incendi nel periodo estivo.

18 AGOSTO 2022: Scoppia a Catanzaro il surreale caso dello Stato... che non c’è. L’inchiesta della Procura fa luce su un fantomatico “Stato teocratico antartico di San Giorgio”, che porta all’emissione di 13 ordinanze con misure cautelari. Trenta in tutto gli indagati per associazione a delinquere, truffa, fabbricazione e possesso di documenti falsi validi per l’espatrio e riciclaggio. Secondo gli inquirenti sarebbe stata messa in piedi una precisa costruzione volta a truffare le persone che, in cambio di documenti, la promessa di tasse al 5% e agevolazioni, avrebbero pagato somme (tra i 200 e i mille euro) finite nelle tasche dei promotori della presunta associazione.

20 AGOSTO 2022: Uno yacht di 40 metri si inabissa al largo del Golfo di Squillace. Si tratta del motor yacht “Saga”, di circa 40 metri di lunghezza, battente bandiera delle Cayman Island. L’equipaggio era italiano e l’imbarcazione era in navigazione da Gallipoli diretta a Milazzo. A bordo vi erano nove persone, di cui sei di nazionalità italiana che costituiva l’equipaggio, compreso il comandante, e tre passeggeri (tra i quali il proprietario), tutti stranieri.

26 AGOSTO 2022: Le comunità di San Calogero e Petrizzi piangono la morte di Cinzia Ceravolo, 36 anni, deceduta in ospedale, dopo essere rimasta vittima di un tragico incidente della strada avvenuto a Liverpool in Inghilterra. La giovane lavorava da anni come hostess per la compagnia aerea Ryanair.

28 AGOSTO 2022: È bruciato all’alba insieme alla sua auto: una fine terribile per Francesco De Fazio (80 anni) il cui corpo è stato ritrovato carbonizzato nell’abitacolo della sua Daewoo Matiz intorno alle 4 del mattino a Lamezia Terme. Tante le ipotesi che si stanno vagliando per capire la causa dell’incendio. Il gesto estremo del suicidio sembra sia stato scartato a priori da parenti e amici. Non si esclude, invece, la possibilità che la macchina abbia potuto creare problemi purtroppo degenerati in un incendio che non ha lasciato scampo al povero signor Francesco. Nello stesso giorno a Cirò Marina viene alla luce l’assegnazione di una scorta al sindaco (e presidente della Provincia di Crotone) Sergio Ferrari; una misura di protezione disposta a seguito di minacce di morte che il primo cittadino avrebbe ricevuto a metà luglio.

SETTEMBRE

1 SETTEMBRE 2022: È di tre morti e un ferito grave il bilancio di un incidente verificatosi proprio all’inizio di settembre al porto di Crotone. Lo scoppio è avvenuto a bordo della motonave “Asso”, battente bandiera delle Isole Palau, ormeggiata nello scalo per lavori di manutenzione. L’esplosione ha investito in pieno i componenti dell’equipaggio che stavano effettuando i lavori, tre dei quali (due marittimi indiani di 40 e 36 anni e un egiziano di 26) sono deceduti sul colpo mentre un quarto, di nazionalità indiana, è rimasto ferito. Ad esplodere, secondo quanto emerso dai primi accertamenti dei vigili del fuoco, sarebbe stata la bombola di una saldatrice che le vittime stavano utilizzando per effettuare i lavori. Nei mesi successivi la Procura indagherà su quattro persone, tra le quali l’armatore, ma sull’accaduto si dirigeranno anche le attenzioni degli 007 italiani, considerato che la rotta abituale della motonave è quella spesso usata dai contrabbandieri di armi.

5 SETTEMBRE 2022: I soldi del clan Arena di Isola Capo Rizzuto «riciclati al nord nella Bergamasca». “Ripuliti” tramite società cartiere che avrebbero emesso false fatture per 20 milioni di euro. Questo lo scenario disegnato dall’inchiesta della Procura Antimafia di Brescia, venuta alla luce con un blitz messo a segno il 5 settembre da Carabinieri e Guardia di Finanza tra la Lombardia e Isola Capo Rizzuto. Nell’operazione sfociata nell’esecuzione di 33 misure cautelari (18 in carcere e 15 ai domiciliari), sarebbe stato disarticolato un presunto sodalizio criminale collegato alla cosca Arena di Isola di Capo Rizzuto. Nello stesso giorno, dopo 12 anni si chiude un’era nella casa circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro: la direttrice Angela Paravati lascia l’incarico per andare a svolgere un incarico dirigenziale al Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria. A prenderne il posto sarà Patrizia Delfino, 58 anni, con una lunga esperienza nelle strutture penitenziarie: prima dell’incarico a Catanzaro era stata alla guida della casa circondariale di Locri e prima ancora vicedirettore de “Le Vallette” di Torino. Nello stesso giorno, a dimostrare l’insostenibilità delle bollette energetiche, è stato l’imprenditore vibonese Pippo Callipo, che aveva annunciato il ricorso alla Cassa integrazione guadagni (Cig) e a una riduzione del personale per tamponare i livelli esorbitanti delle uscite. Sempre il 5 settembre il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita illustra in Aula le linee guida della sua amministrazione annuncia che «Catanzaro la salviamo noi, adesso, o non la salva nessuno». Nei giorni successivi deflagrerà il caso Facoltà di Medicina all’Unical.

8 SETTEMBRE 2022: A Catanzaro scoppia il caso della gestione di un progetto per l’integrazione scolastica, finanziato per 130mila euro. Indagato per truffa aggravata Maurizio Caligiuri, presidente dell’associazione “Arte di Parte”, impegnata nei progetti di integrazione della comunità rom. A dicembre partirà il giudizio immediato per Caligiuri.

9 SETTEMBRE 2022: la Cassazione annulla con rinvio la sentenza di secondo grado con la quale Salvatore Mantella era stato condannato a 16 anni di carcere per l’omicidio di Mario Franzoni. Il delitto è avvenuto il 21 agosto di vent’anni fa a Portosalvo di Vibo Valentia. Un agricoltore trentenne, Alessandro Morfei, è stato ucciso il 10 settembre a Dinami con un colpo di fucile che lo ha raggiunto alle spalle.

13 SETTEMBRE 2022: Ennesima vittima sulla strada statale 106, all’altezza di Crotone. A perdere la vita il meccanico 32enne Davide Luly, alla guida di una Smart che si è scontrata con altre due auto a Poggio Pudano: il corpo del malcapitato giovane è stato sbalzato fuori dall’abitacolo e per lui non c’è stato nulla da fare.

14 SETTEMBRE 2022: Il consigliere comunale di Catanzaro Valerio Donato lancia l’allarme per «scongiurare l'ennesimo tentativo da parte di Unical di attivare un corso di laurea in Medicina». Un passo che sarebbe un doppione della Facoltà dell’Umg di Catanzaro, che rischierebbe un depotenziamento del suo ruolo nel sistema universitario calabrese. Allarme smorzato dal rettore, Giovambattista De Sarro, ma lo scenario a fine anno si farà preoccupante per l’ateneo catanzarese.

15 SETTEMBRE 2022: Eni ha chiesto al ministero dello Sviluppo economico l’autorizzazione a riattivare due pozzi offshore al largo di Crotone per l’estrazione di metano, avviando le operazioni di ripristino già nelle settimane successive.

17 SETTEMBRE 2022: Non avrebbe accettato la bocciatura dell’anno precedente, per questo avrebbe finito per aggredire una docente. È avvenuto al liceo scientifico “Guarasci” di Soverato, dove, stando alle ricostruzioni svolte all’epoca dei fatti, una studentessa rimasta scottata dalla bocciatura avrebbe prima apostrofato la docente per poi aggredirla, costringendola alle cure dei sanitari con una prognosi di 15 giorni. Data la delicatezza del caso, i carabinieri della Compagnia di Soverato hanno avviato le indagini mantenendo il più stretto riserbo.

20 SETTEMBRE 2022: Numerosi commercianti calabresi e titolari di piccole e medie imprese si sono ritrovati in piazza a Soverato contro le bollette pazze, chiedendo misure shock per contrastare il caso energia. Accanto a loro si sono schierati anche esponenti delle categorie e docenti universitari.

27 SETTEMBRE 2022: Si è aperta l’udienza preliminare sulla morte della giovane soveratese Simona Cavallaro, uccisa da un branco di cani il 26 agosto 2021 nella pineta di Satriano. Hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con rito alternativo il pastore Pietro Rossomanno, 46enne, indagato per omicidio colposo, introduzione e abbandono di animali in fondo altrui, invasione di terreni e pascolo abusivo, e Maria Procopio, 68 anni, per occupazione abusiva di terreni.

28 SETTEMBRE 2022: la Provincia di Catanzaro va al voto (di secondo livello) e gli amministratori dei comuni scelgono in maniera netta il candidato del centrodestra Mario Amedeo Mormile (sindaco di Soveria Simeri), in campo contro lo sfidante di centrosinistra Nicola Fiorita.

OTTOBRE

1 OTTOBRE 2022: È stato un mese importante per le inchieste che hanno interessato la gestione del ciclo dei rifiuti. A Vibo Valentia finiscono in carcere 5 persone per alcuni episodi estorsivi aggravati dal metodo mafioso commessi a Vibo tra il 2009 e il 2022. «Il settore dei rifiuti, specie nella città di Vibo Valentia, è da tempo controllato dalla criminalità organizzata, in grado di incidere sulle assunzioni, sugli appalti e sui vari servizi connessi». Nelle parole del gip Maria Cristina Flesca è riassunto il quadro emerso dall’ultima inchiesta coordinata dalla Dda di Catanzaro e condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Vibo Valentia.

3 OTTOBRE 2022: Ma è nel Crotonese che arriva il colpo più duro per i clan: trentuno persone arrestate e beni per 16 milioni di euro sequestrati. È questo il bilancio dell’operazione coordinata dalla Dda di Catanzaro ed eseguita dai Carabinieri contro la «locale» di ’ndrangheta di Mesoraca. Fra i destinatari di misure cautelari, oltre ad esponenti storici della ’ndrina locale come Mario Donato Ferrazzo, figura l’imprenditore del legname Carmine Serravalle, titolare della centrale a biomasse di Cutro, ceduta nel 2015 dal gruppo Marcegaglia. La Serra Valle Energy, impresa sotto la cui denominazione ricade ora la centrale di Cutro, è fra i beni sequestrati. La cosca Ferrazzo di Mesoraca avrebbe gestito in regime di monopolio il trasporto di legname dal porto di Crotone, dove veniva scaricato dalle navi, fino alla centrale di Cutro. Lungo l’elenco di reati contestati a vario titolo agli indagati: associazione mafiosa, estorsioni, traffico illecito di rifiuti, truffa, turbata libertà degli incanti, frode in pubbliche forniture e traffico di stupefacenti. Nella stessa giornata, il governatore Roberto Occhiuto e la ministra per il Sud, Mara Carfagna, sottoscrivono un Contratto interistituzionale di sviluppo per il rilancio degli scali aeroportuali calabresi da 215 milioni di euro.

5 OTTOBRE 2022: Si chiude con 19 condanne e tre assoluzioni il troncone dell’inchiesta “Petrolmafie” con rito abbreviato. Al centro dell’inchiesta - condotta da Dda e Gdf e nata tra le pieghe di Scott Rinascita - gli illeciti commessi da un cartello di clan (camorra, casalesi e ’ndrine calabresi) finalizzata all’oligopolio dei prodotti petroliferi.

6 OTTOBRE 2022: Dopo sette anni a Lamezia Terme arriva la sentenza di primo grado del processo “Andromeda”, scaturito a seguito dell’operazione antimafia condotta dalla Dda di Catanzaro nel 2015 contro il clan Iannazzo-Cannizzaro-Daponte di Lamezia. Due le condanne, quattro le assoluzioni, tra cui quella dell’imprenditore Franco Perri, e due non luogo a procedere. In particolare, Perri, proprietario del centro commerciale “Due Mari”, uno dei più grandi della Calabria, era accusato di associazione mafiosa e tentate lesioni volontarie. L’assoluzione è arrivata «per non aver commesso il fatto».

13 OTTOBRE 2022: Nel capoluogo si sono vissuti attimi di terrore culminati, dopo ore, in un sospiro di sollievo. La scossa notturna ha fatto tremare la città e buona parte della sua provincia, in particolare lungo la costa. Un sisma di magnitudo 4.3 nel tratto di costa jonica antistante l’area centrale della Calabria, con epicentro a 36 chilometri di profondità. I suoi effetti si sono fatti sentire anche al di fuori della provincia, soprattutto nell’area crotonese ma anche al confine con l’entroterra cosentino.

14 OTTOBRE 2022: Inammissibile il ricorso presentato dalla Provincia di Catanzaro («l’interveniente ad adiuvandum non è legittimato a proporre appello in via principale e autonoma»); respinto nel merito quello del Comune dei Tre Colli. Il Consiglio di Stato ha scritto la parola fine sulla querelle sollevata dall’amministrazione comunale di Catanzaro e dalla Provincia che avevano impugnato il decreto del ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo (MiBact) del 28 gennaio 2020, n° 21, con il quale si è stabilito di ubicare a Crotone la sede della neo istituita Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Catanzaro e Crotone.

17 OTTOBRE 2022: A Catanzaro è stata sgominata da carabinieri e polizia coordinati dalla Procura una presunta organizzazione dedita alla falsificazione di testamenti di anziani per impossessarsi di denaro e beni immobili. Due le persone finite in carcere e 7 ai domiciliari. Le accuse sono associazione per delinquere, truffa, falsità in testamenti, riciclaggio e auto riciclaggio, accesso abusivo a sistema informatico e corruzione.

19 OTTOBRE 2022: Revocata la scorta all’imprenditore e testimone di giustizia vibonese Pino Masciari. È lui stesso il 19 ottobre a dare la notizia, avviando una serie di interrogazioni e richieste per capirne le ragioni.

22 OTTOBRE 2022: Un inferno di fiamme e fumo li ha sorpresi nei loro letti e non gli ha lasciato scampo. È drammatico il bilancio dell’incendio scoppiato, per cause ancora in fase di accertamento, in un appartamento nel quartiere popolare Pistoia a Catanzaro. Saverio, di 22 anni, affetto da autismo, Aldo Pio di 16 e Mattia di 12 non sono riusciti a sfuggire alla morsa del fuoco e del fumo. Ricoverati a Catanzaro il papà Vitaliano Corasoniti e l’altro figlio 14enne. La madre Rita Mazzei è stata trasferita con l’elisoccorso a Bari, sua figlia di appena 10 anni nel reparto pediatrico a Napoli. Le indagini per fare luce sulla tragedia andranno avanti per settimane, alla ricerca della causa che ha fatto scattare l’incendio. Ma nel frattempo nel capoluogo si torna a discutere delle condizioni di degrado delle periferie cittadine. Nello stesso giorno, muore durante un’immersione subacquea a Crotone il colonnello dei Carabinieri Gabriele Mambor, 49 anni, comandante provinciale dell’Arma. Un malore, probabilmente, la causa del decesso dell’ufficiale arrivato nel 2020 da Bari.

27 OTTOBRE 2022: A San Calogero è stata incendiata la trivella di un’impresa di Lamezia Terme - Imper Sonda trivellazioni - che sta eseguendo dei lavori per conto della “Cooper Poro” di Rombiolo, impegnata in interventi di palificazione sulla viabilità.

28 OTTOBRE 2022: Quarantasette condanne per 427 anni di carcere e cinque assoluzioni. E' terminato a Crotone il procedimento in abbreviato scaturito dall’inchiesta “Golgota” della Dda di Catanzaro, che il 10 febbraio 2021 portò a 36 arresti che disarticolarono le nuove leve della cosca Arena-Nicoscia di Isola Capo Rizzuto e il clan, ceppo “pecorari” dei Mannolo di San Leonardo di Cutro, impegnati in un giro di traffico e spaccio di stupefacenti.

NOVEMBRE

1 NOVEMBRE 2022: Il mese si apre con la nomina della deputata catanzarese di FdI Wanda Ferro a sottosegretario all’Interno, confermando le indiscrezioni della vigilia. Coordinatrice calabrese di Fratelli d’Italia e volto storico della destra calabrese, entra dunque nella compagine del governo Meloni, riportando il capoluogo di regione in uno dei ministeri strategici. Nello stesso giorno, oltre 7mila fedeli partecipano alle celebrazioni di Ognissanti e nel tredicesimo anniversario della morte di Natuzza Evolo nella nuova chiesa della Villa della Gioia, a Paravati. Il vescovo Attilio Nostro dirà nell’omelia: «La nostra presenza qui è il segno di una Chiesa che intende dire la sua; di una Chiesa che intende offrire il proprio contributo perché questa società cambi, perché questa società non sia condizionata dalla ’ndrangheta, che è un cancro da cui ci dobbiamo liberare, o dalla massoneria, o da una mentalità retrograda che non ci consente di spiccare il volo».

2 NOVEMBRE 2022: Trent’anni di carcere. Nuova condanna per l’insospettabile killer Marco Gallo che, dopo essere stato già condannato all’ergastolo per l’omicidio dell’avvocato lametino Francesco Pagliuso, per quello di Francesco Berlingieri e di Gregorio Mezzatesta, è ritenuto anche responsabile dell’omicidio e della distruzione del cadavere di Domenico Maria Gigliotti, avvenuto a Lamezia Terme nel gennaio del 2015. Nello stesso giorno, a Catanzaro tornano in piazza i dipendenti del Sant’Anna Hospital, con cinque mensilità ancora da ottenere. I lavoratori salgono sul tetto della clinica cardiologica, evidenziando il dramma che molte loro famiglie stanno vivendo, senza risorse ma con mutui e bollette da pagare.

4 NOVEMBRE 2022: Bar chiuso per “paura”. Uno dei locali storici del quartiere Lido ha scelto di non restare più aperto la notte per timore di nuove violenze e aggressioni. È quanto emerge dall’ordinanza con cui il gip Giuseppe De Salvatore ha disposto la custodia in carcere per Cosimo Berlingiere, Tonino Bevilacqua e Domenico Amato, mentre i domiciliari per Antonio Pio Berlingieri. I quattro rom sono accusati di estorsione, lesioni personali e danneggiamento. Reati aggravati dal metodo mafioso. I fatti contestati risalgono alla notte del 30 gennaio scorso, quando i quattro dopo aver bevuto nel locale alla richiesta del titolare di saldare il conto avrebbero aggredito gestore e dipendenti.

8 NOVEMBRE 2022: Non ci fu alcun peculato con i soldi pubblici concessi al festival di Spoleto del 2018, lo hanno stabilito i giudici del Tribunale collegiale di Catanzaro che l’8 novembre hanno assolto l’ex presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, l’allora deputato Ferdinando Aiello e l’imprenditore Mario Lucchetti presidente del cda della società Hdrà attiva nel settore dell’organizzazione di eventi.

9 NOVEMBRE 2022: Due morti a Catanzaro nello scoppio avvenuto all’interno di una sorta di pollaio, nel quartiere Mater Domini: un 63enne ucraino morirà l’indomani in ospedale; il bilancio si aggraverà il giorno dopo con il decesso dell’altro ferito, il 53enne Osvaldo Pirrone; nel frattempo viene arrestato un 71enne trovato in possesso, durante le perquisizioni scattate dopo la deflagrazione, di un fucile con matricola abrasa.

12 NOVEMBRE 2022: intimidazione, a Germaneto di Catanzaro, ai danni di una concessionaria d’auto: a fuoco alcune auto parcheggiate nel piazzale.

15 NOVEMBRE 2022: Viene inaugurata la nuova Procura di Catanzaro, realizzata nell’ex convento dell’Osservanza, un monastero del 1400. A tagliare il nastro il ministro Guardasigilli Carlo Nordio che, affiancato dal procuratore capo Nicola Gratteri, ha subito chiarito che «la priorità è l’efficienza della giustizia» in riferimento all’allarme sui gravosi costi causati dalla lentezza dei processi. E in riferimento alla nuova Procura del capoluogo ha affermato: «È stato fatto un miracolo coniugando l’arte con l’efficienza».

16 NOVEMBRE 2022: Conferma dell’ergastolo e rigetto del ricorso presentato da Salvatore Gerace. Con questa decisione, il 16 novembre, la Corte di Cassazione ha messo la parola fine alla vicenda giudiziaria legata all’omicidio di Giuseppe Parretta, il 18enne ucciso il 13 gennaio del 2018 nel centro storico di Crotone.

22 NOVEMBRE 2022: Sequestro da 3 milioni di euro per i lavori di realizzazione del terzo lotto del nuovo Tribunale di Vibo Valentia. La Guardia di Finanza, con il coordinamento della Procura vibonese, ha accertato irregolarità nelle opere contestando la contabilizzazione di lavori in realtà mai eseguiti e false certificazioni per le forniture. Due le persone indagate per truffa ai danni dello Stato.

23 NOVEMBRE 2022: Il Csm trasferisce due giudici della Corte d’Appello di Catanzaro per incompatibilità ambientale. Si tratta di Giuseppe Perri e Pietro Scuteri; entrambi manterranno le funzioni ma lontano dalla Calabria. Tutto è partito da una cena nel marzo 2018 a casa dell’avvocato Giancarlo Pittelli (che nel 2019 sarebbe stato coinvolto in Scott Rinascita). Secondo quanto messo agli atti dai membri del Csm in quella cena «organizzata da Pittelli presso la propria abitazione al dichiarato scopo di non dare nell’occhio, si parlò anche di tematiche giudiziarie relative al distretto e si svolsero, da parte di alcuni commensali diversi da Perri e da Scuteri, commenti critici su alcuni magistrati operanti nel distretto», tra cui anche il procuratore capo Nicola Gratteri.

26 NOVEMBRE 2022: Omicidio, nella serata del 26 novembre, a Nicotera Marina, dove colpi di pistola sono stati esplosi da distanza ravvicinata all’indirizzo di Giuseppe Muzzupappa, 37 anni, di Nicotera.

27 NOVEMBRE 2022: Cutro torna alla normalità dopo il commissariamento per infiltrazioni mafiose: i cittadini eleggono sindaco il 72enne Antonio Ceraso.

29 NOVEMBRE 2022: Un’altra “tegola” cade sulla clinica Sant’Anna Hospital di Catanzaro: la Corte dei Conti ha infatti condannato la struttura sanitaria a versare un risarcimento del danno erariale di ben 17.648.248,04 euro; condanne anche per i rappresentanti dell’Asp di Catanzaro dell’epoca. Al centro della vicenda «la cessione di crediti già soddisfatti o non dovuti e la mancata opposizione a procedure esecutive concernenti tali indebiti crediti». In pratica si contesta alla clinica una sorta di doppia fatturazione, si sarebbe fatta pagare crediti o già ottenuti o comunque non più esigibili.

DICEMBRE

2 DICEMBRE 2022: Mustapha El Aoudi ottiene la cittadinanza italiana concessa per meriti speciali «in considerazione dell’atto eroico di cui si è reso protagonista, intervenendo in difesa di una dottoressa, aggredita all’esterno dell’ospedale di Crotone presso il quale prestava servizio, consentendo l’arresto dell’aggressore».

3 DICEMBRE 2022: Ennesima aggressione in corsia all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. Due medici finiscono nel mirino dei parenti di un 48enne deceduto dopo essere rimasto ore in attesa al Pronto soccorso e infine sottoposto a dialisi. I suoi congiunti si sono recati allo “Jazzolino” ed hanno malmenato con una stampella i due sanitari. Episodi di violenza che nei mesi scorsi si erano già verificati contro altri medici del nosocomio vibonese, evidenziando la precarietà della sanità cittadina senza risorse e con un ospedale ormai inadeguato. Nello stesso giorno, prende forma, passo dopo passo, la metropolitana di superficie di Catanzaro. Il famoso “Pendolo”, infatti, ha registrato un momento importante: è stato abbattuto l’ultimo diaframma che separava i due lati degli scavi per la galleria tra il quartiere di Santa Maria e quello di Germaneto.

7 DICEMBRE 2022: Ma l’atmosfera è “dinamica” anche sotto il profilo giudiziario. Il 7 dicembre sono stati condannati a pene tra i 2 e i 10 anni di reclusione i cinque imputati a processo (con rito abbreviato) per un presunto giro di estorsioni ai danni di un imprenditore catanzarese.

10 DICEMBRE 2022: Tutto da rifare. Non c’è “pace giudiziaria” per l’omicidio dell’avvocato Torquato Ciriaco, a vent’anni dall’agguanto mortale. La prima sezione della corte di Cassazione, infatti, ha annullato con rinvio la sentenza della Corte di Assise di Appello di Catanzaro relativa all’omicidio dell’avvocato Ciriaco, per la quale avevano riportato una condanna a trenta anni i fratelli Giuseppe e Vincenzino Fruci. Nello stesso giorno, otto persone raggiunte da un’ordinanza applicativa di misure cautelari per il furto di gasolio a danno della Multiservizi, società partecipata del Comune di Lamezia. Le accuse sono di associazione a delinquere, furto e ricettazione. L’ordinanza è stata eseguita dai finanzieri del Gruppo di Lamezia, sotto il coordinamento della Procura guidata dal procuratore Salvatore Curcio. Le attività investigative hanno consentito di quantificare gli ammanchi di gasolio per 30.726 litri.

15 DICEMBRE 2022: Il 15 dicembre il gup di Catanzaro manda a processo consiglieri comunali del capoluogo, ex amministratori, imprenditori e anche il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso. È l’inchiesta Gettonopoli che supera indenne il banco di prova dell’udienza preliminare, con le accuse di illeciti nella percezione dei gettoni di presenza per le commissioni consiliari e di assunzioni fasulle per ottenere i rimborsi dall’amministrazione comunale.

19 DICEMBRE 2022: Inchieste e blitz non mancano nell’area centrale della Calabria. Il 19 dicembre scattano 18 fermi nell’ambito di un’operazione che ha portato la Dda e la Squadra mobile di Crotone, supportati dai colleghi dell’Fbi americana, a smantellare la cosca Corigliano-Comito di Rocca di Neto, capace di allungare i “tentacoli” anche negli Stati Uniti. Sotto accusa 32 persone per narcotraffico, spaccio di cocaina, eroina, hashish e marijuana, e poi di estorsione e armi, entrambi reati aggravati dalla finalità ’ndraghetistica. Nella stessa giornata sistema bibliotecario vibonese nel caos. Arrivano le dimissioni del presidente Corrado L’Andolina, sindaco di Zambrone, che aveva preso in mano la situazione solo alcuni mesi addietro.

20 DICEMBRE 202: Nuovi sviluppi sull’incendio dell’auto dell’avvocato Salvatore Cerra avvenuto il 3 novembre scorso a Lamezia. La Procura ha infatti iscritto nel registro degli indagati cinque persone, tra cui anche un avvocato del Foro lametino, per aver «cagionato, in concorso, l’incendio dell’autovettura». Nello stesso giorno, un messaggio di speranza e di fiducia quello arriva dal ritorno a casa di due gemelline di Catanzaro operate in utero alla 24esima settimana di gestazione dall’équipe di Chirurgia fetale dell’Ospedale pediatrico “Bambino Gesù”. È anche un mese di dicembre intenso nel capoluogo di regione che celebra i 20 del teatro Politeama con uno spettacolo di Stefano Massini, il secondo italiano ad aver vinto il Tony Awards, l’Oscar del teatro americano.

21 DICEMBRE 2022: Un’inchiesta scuote Catanzaro rivelando un quadro inquietante di minacce e torture inferte a un giovane per una relazione sentimentale con la donna “sbagliata”, compagna di uno dei suoi presunti aguzzini. I fatti sono avvenuti a fine ottobre nella zona nord della città, a Gagliano, dove il giovane è stato preso a bastonate e colpito anche con un piede di porco. I presunti autori sono finiti in carcere: Vitaliano Costanzo (31 anni), Riccardo Elia (31 anni), Luigi Pettinato (25 anni) e Francesco Squillace (54 anni).
La Dda non presenta appello contro l’assoluzione di Filippo De Marco, 42 anni, e Antonio Criniti, 31 anni, entrambi di Soriano Calabro, per i quali era stato chiesto l’ergastolo nell’ambito del secondo filone del processo “Demetra”, relativo all’esplosione di un’autobomba avvenuta a Limbadi e nella quale era rimasto ucciso Matteo Vinci e gravemente ferito il padre Francesco, nell’aprile 2018. Diventano, pertanto, definitive le assoluzioni - per concorso in omicidio - pronunciate a luglio dal gup al termine del processo con rito abbreviato.

23 DICEMBRE 2022: L’anno si chiude all’insegna della entusiasmante cavalcata del Catanzaro che, con la vittoria in casa del Picerno, non solo si conferma in testa al campionato di Serie C ma mantiene il +6 sul Crotone. Un girone di andata da record (51 punti, mai nessuno così tanti dopo 19 match) per i giallorossi di mister Vivarini che guarda già al futuro invitando i ragazzi ad «essere bravi e cinici, badando al sodo». Dopo la prima di ritorno a Picerno ben 54 i punti inanellati in venti partite, frutto di 17 vittorie (dieci in casa), appena tre pareggi tutti in trasferta con zero sconfitte. E, ovviamente, anche frutto di 56 gol fatti e appena 8 subiti, un abisso di differenza con tutte le altre sfidanti di alta classifica, che fa sognare i tifosi catanzaresi in chiave promozione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook