Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

La natività prende forma con la sabbia: le foto del presepe a Catanzaro

di

La sacra famiglia immortalata nel momento della nascita di Gesù nella grotta di Betlemme è rappresentata con una creazione in sabbia in piazza prefettura a Catanzaro sotto ad un tendone che occupa gran parte dello spazio parcheggio e sarà visitabile fino al 7 gennaio del nuovo anno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 22 ogni giorno.

Al taglio del nastro, un’ora prima dell’apertura al pubblico, oltre all’associazione “Cala3” che ha organizzato per conto dell’amministrazione comunale, il sacerdote della chiesa Immacolata don Sergio che ha benedetto il presepe ed i partecipanti all’inaugurazione ed il sindaco del capoluogo, Sergio Abramo insieme al vicesindaco Ivan Cardamone, al presidente del consiglio comunale Marco Polimeni, agli assessori Alessandra Lobello e Danilo Russo ed il consigliere Giuseppe Pisano che unitamente al primo cittadino sono stati concordi nell’invitare la cittadinanza a rendere la visita a questa installazione, realizzata da artisti internazionali, un pretesto di augurio per iniziare a ripopolare il centro storico sia per dedicarsi agli acquisti previsti per questo periodo di festività sia per riscoprire il gusto di guardare con occhi nuovi la propria città.

A favore di questo obiettivo il sindaco si è ripromesso di partecipare, appena saranno disponibili dalla Regione Calabria, ai bandi per introdurre tra le attività commerciali presenti nuovi marchi per tutto il centro storico.

Il “Presepe di sabbia” al costo di 4 euro per gli adulti e 2 per i bambini, mostra l’impegno di sei artisti internazionali che hanno incluso ed affiancato alla scultura raffigurante la Natività che conclude il percorso ed è firmato da Shurubkinas Roma, riferimenti precisi della terra calabrese ed esattamente la scultura di sabbia de “Il Cavatore” in
rappresentanza del capoluogo di regione ad opera di Montserrat Cuesta che è posta proprio all’ingresso a mò di accoglienza ai visitatori seguita dalla chiesetta di Piedigrotta di Pizzo in provincia di Vibo Valentia creata da Sergi Romirez, dal castello svevo di Cosenza di Oliver Guy e da Crotone rappresentato dalla colonna di Capocolonna e Le Castella di Oscar Rodriguez.

Seguendo il percorso sulla sinistra, invece, si possono ammirare i Magi in cammino con la denominazione dell’opera “Arrivo dei Magi” di Vlacheslav Iemelianenko e la cattedrale di Stilo in provincia di Reggio Calabria.

La fila dei visitatori si è già formata dalla prima ora di inaugurazione che ha incluso anche i pupazzi animati di Olaf dal regno di Frozen e Topolino e Minnie per i bimbi che hanno dato il via alle iniziative natalizie. L’apertura del Presepe di sabbia in piazza Prefettura, ha registrato oltre 1.200 ingressi in appena tre ore e mezzo. Le lunghe code all’entrata dei 500 metri quadrati della struttura non hanno scoraggiato i visitatori, che hanno atteso con pazienza e ordine prima di ammirare le creazioni dei sette artisti in un percorso che ha unito la tradizione della Natività alla storia architettonica e culturale della Calabria.

Abramo e la Giunta:«È un successo»

«Catanzaro e i catanzaresi hanno vissuto una serata magica», hanno commentato il sindaco Abramo e gli assessori Cardamone, Lobello e Sculco, «e il più grande Presepe di sabbia del meridione ha confermato, con numeri di tutto rispetto, l’attrattività e il richiamo che hanno motivato la scelta del Comune di supportare l’associazione “Cala-3” per l’allestimento di questa suggestiva manifestazione artistica e culturale».

«Il Presepe è già stato visitato da gente proveniente da tutta la provincia e da tutta la regione: calabresi di Caulonia e Tropea, persone arrivate da Salerno, hanno confermato la sostanza dell’iniziativa che, ne siamo certi, continuerà a registrare numeri importanti per tutto il periodo delle festività».

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook