Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Catanzaro, la mappa del potere in Consiglio comunale

Catanzaro, la mappa del potere in Consiglio comunale

di

Venti seggi al centrodestra (più civiche) in caso di vittoria al ballottaggio di Valerio Donato; nove seggi al centrosinistra se, invece, il prossimo 26 giugno dovesse prevalere Nicola Fiorita. A 48 ore dalla chiusura dei seggi, affiorano le prime certezze sul nuovo Consiglio comunale.
Un dato è sotto gli occhi di tutto: la coalizione pro Donato sarà maggioranza in ogni caso. E ciò perché le liste a sostegno del professore dell’Umg sono riuscite a sfondare il fatidico muro del 50 per cento dei consensi. In Aula, dunque, il plotone più numeroso sarà rappresentato da esponenti di liste civiche tutte riconducibili ai principali partiti del centrodestra. Molte le riconferme e poche le new entry, segno che gli elettori hanno inteso concedere nuovamente fiducia a diversi protagonisti dell’ultima amministrazione targata Abramo. Eugenio Riccio, Manuel Laudadio e Rosario Mancuso sono già sicuri di un seggio e rappresenteranno Alleanza per Catanzaro. Stesso discorso per Rosario Lostumbo, Giovanni Costa (Prima l’Italia), per Emanuele Ciciarello, Luigi Levato (Progetto Catanzaro) e per Marco Polimeni, Alessandra Lobello (Catanzaro Azzurra), Giorgio Arcuri, Stefano Veraldi (Riformisti Avanti), Manuela Costanzo, Lea Concolino (Cambiamo! Con Toti) Sergio Costanzo (Fare per Catanzaro); Giovanni Parisi (Rinascita), Francesco Scarpino (Italia al Centro), Antonio Corsi (Volare alto). Le sorti di Giorgia Siciliotto (Fare per Catanzaro), così come quelle di Giovanni Merante (Rinascita) e Anna Altomare (Italia al Centro) sono legate al destino di Donato: con il prof sindaco entreranno in Consiglio, in caso di sconfitta sono destinati a restare fuori dall’Assemblea.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook