Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Catanzaro, Fiorita annuncia: “È l’ora della responsabilità”

Catanzaro, Fiorita annuncia: “È l’ora della responsabilità”

di

Una mattinata all’insegna delle emozioni per il sindaco Nicola Fiorita che durante la cerimonia di proclamazione a Palazzo De Nobili ha delineato i princìpi ispiratori della sua linea di governo. Concretezza e confronto potrebbero diventare alcune delle parole chiave del suo mandato per il quale «troverai personale motivato, con tanti nuovi dipendenti giovani» ha affermato il sindaco uscente Sergio Abramo che assieme alla segretaria generale Vincenzina Sica hanno poi aiutato Fiorita a indossare la fascia tricolore. Ma l’ormai ex primo cittadino ha anche affermato che «con una buona squadra potrai fare un ottimo lavoro». Il passaggio delle consegne è avvenuto in prima battuta in maniera simbolica davanti al pubblico nella Sala concerti, scendendo poi nel concreto in un faccia a faccia voluto da Fiorita per avere contezza dei dossier più urgenti: «Abramo è stato disponibile a fare subito una ricognizione delle pratiche, dei fascicoli e dei progetti in corso». Ma è stato anche un momento nel quale il neo sindaco ha concesso “l’onore delle armi” a un primo cittadino uscente che è stato suo avversario politico nel precedente quinquennio: «Non si può non riconoscere a Sergio Abramo un ruolo senza pari, che nessuno avrà mai nella storia di questa città della quale è stato sindaco per quattro volte. E al di là delle differenze che ci sono state, Abramo è una persona che si è dedicata appieno a Catanzaro e nei momenti difficili della città sapevo che c’era una persona che sapeva che cosa fare».
C’è stato spazio anche per una parentesi personale, nel ricordo del padre Franco Fiorita, sindaco negli anni ’90, e per un saluto alla moglie e alla figlia, in platea assieme alla madre, «che già stanno osservando il cambio di ritmo nella nostra vita».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook