Martedì, 15 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Mileto, raduno di Fiat 500 d'epoca tra divertimento e nostalgia

Le Fiat 500 di una volta hanno sfilato anche quest’anno per le vie di Mileto, in un susseguirsi di suoni e di colori, in occasione dell’ottavo raduno delle storiche utilitarie, che nel loro piccolo hanno fatto la storia di un’ Italia sognante e dalle grandi speranze. Un’Italia dedita al lavoro e al sacrificio, dove per tanti possedere una 500, per lo più comprata a rate, rappresentava una vera e propria conquista da condividere con gli amici. La manifestazione è stata organizzata dal coordinamento di Reggio Calabria del Club italia, di cui è fiduciario l’instancabile Enzo Polimeni.

Numerose sono state le 500 che hanno partecipato all’evento, insieme ad altre auto d’epoca, per lo più prodotte nella seconda metà degli anni Cinquanta e nei primi anni Sessanta. Uno dei momenti centrali della giornata di festa è stata la sosta in Piazza Real Badia, alla presenza del sindaco Salvatore Fortunato Giordano, della consigliera comunale Elisa Galloro e dei carabinieri della locale stazione.

I miletesi hanno potuto così ammirare le vecchie utilitarie con un pizzico di inevitabile nostalgia. In particolare per quelli con i capelli bianchi si è trattato di un ritorno agli anni della gioventù, della spensieratezza e dei primi amori. Qualcuno nell’occasione ha quasi avuto la sensazione di rivedere la sua “lucertola” (anno di produzione 1969) con la qualche era solito scorrazzare, in compagnia degli amici, lungo tutti i paesi della costa e non solo.

La carovana della mitiche 500 nella stessa mattinata ha poi attraversato le vie di Mileto per raggiungere la Villa della Gioia di Natuzza Evolo dove si è svolta la benedizione di tutte le utilitarie alla presenza di don Pasquale Barone.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook