Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Lamezia, il cantautore Raffaele Renda in visita all’Istituto De Fazio dopo l’avventura ad “Amici”

Lamezia, il cantautore Raffaele Renda in visita all’Istituto De Fazio dopo l’avventura ad “Amici”

di

«Il viaggio più bello della mia vita». È così che Raffaele Renda ha descritto la sua avventura ad “Amici di Maria De Filippi”: «È stata un'occasione di crescita, ho provato emozioni fortissime - ha spiegato il cantautore lametino alla Gazzetta del Sud - desideravo questo momento da quando ero piccolo ed esserci arrivato con le mie gambe è stata una soddisfazione enorme». A pochi giorni dall’eliminazione dal talent show, avvenuta sabato scorso, il ragazzo è tornato nella sua terra, alle sue origini, quelle celebrate anche all’interno del suo inedito “Focu meu”. E non è mancata una visita alla sua vecchia scuola, l’Istituto Tecnico Economico “De Fazio”, ai docenti che lo hanno accompagnato nei 5 anni di superiori e alla dirigente scolastica Simona Blandino , che lo ha accolto con grande orgoglio. «Ho avvertito la responsabilità di far sentire la voce della mia terra in una trasmissione così seguita – ha ammesso Raffaele - perché credo che sia una terra bellissima, molto spesso non capita, e ci sono tanti stereotipi che vanno abbattuti». La freschezza dei suoi vent’anni, la sua grande educazione, quel sorriso sempre acceso con cui ha fronteggiato ogni difficoltà e la determinazione a fare sempre meglio hanno accompagnato il talento di Renda passo dopo passo, fino a conquistare i telespettatori, che continuano a tifare per lui e a supportarlo ora sui vari social network.

Ma il percorso artistico di Raffaele non si ferma certo qui e, anzi, il secondo posto a “Sanremo Young” e l’esperienza ad “Amici 20” rappresentano solo l’inizio di una carriera artistica ricca di soddisfazioni. Di questo ne è certa pure la coach Arisa, che ha sempre creduto nel cantautore, riconoscendogli grandi doti canore e interpretative e grande versatilità, anche ogni volta che Rudy Zerbi le ha messe in discussione: «Nonostante abbia mascherato tante situazioni con un sorriso, non è stato sempre semplice farsi forza da sé, senza poter avere contatti con la mia famiglia o con gli amici – ha spiegato - Non ho vissuto le pressioni di Rudy come un ostacolo, ma come un'opportunità per mettermi in gioco. A tante critiche non ho risposto a parole, l'ho fatto lavorando sodo, cercando di migliorarmi. Arisa mi ha dato lo stimolo per sperimentare cose nuove e questo mi ha permesso di maturare anche a livello artistico. Mi sarebbe piaciuto tanto poter duettare con lei». Ma è adesso che si aprono davvero le porte del futuro per il ragazzo: «L'importante è vivere di musica. Spero che questo diventi per me un lavoro e mi continui a dare soddisfazioni, perché penso che non ci sia cosa più bella di andare a dormire felici di fare quello che più si ama nella vita. La mia idea di artista è sempre stata un po' internazionale. Vorrei essere un performer». E chi lo ha seguito ad “Amici” non può avere dubbi: sarà la musica a tracciare ora la strada di Raffaele!

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook