Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Il Catanzaro batte in rimonta la Viterbese e conquista la testa della classifica FOTO

Il Catanzaro batte in rimonta la Viterbese e conquista la testa della classifica FOTO

di

CATANZARO-VITERBESE 3-2
MARCATORI Sounas (C) al 1’, Polidori (V) al 33’ p.t.; Monteagudo (V) al 10’, Cianci (C) al 17’, Curcio (C) al 40’ s.t.
CATANZARO (3-5-2) Fulignati 6; Martinelli 5, Brighenti 6, Scognamillo 6; Vandeputte 6,5, Sounas 6,5 (dal 29’ s.t. Bombagi 6), Ghion 5,5 (dal 15’ s.t. Pontisso 6), Verna 6,5, Tentardini 6,5 (dal 29’ s.t. Katseris 6); Iemmello 5,5 (dal 34’ s.t. Curcio 6,5), Biasci 5,5 (dal 15’ s.t. Cianci 7). (Sala, Chilà, Welbeck, Fazio, Gatti, Mulè, Cinelli). All. Vivarini 6,5
VITERBESE (3-5-2) Fumagalli 7,5; Semenzato 5,5 (dal 38’ s.t. Marenco s.v.), Ricci 6, Monteagudo 6,5; Nesta 6,5, Andreis 6 (dal 27’ s.t. Simonelli 5.5), Megelaitis 6,5, Mungo 6,5 (dal 18’ s.t. Mbaye 6), Rodio 6; Polidori 6,5 (dal 27’ s.t. Volpicelli 5.5), Marotta 6,5 (dal 38’ s.t. Di Cairano s.v.). (Bisogno, D’Uffizi, Manarelli). All. Filippi 6
ARBITRO Bonacina di Bergamo 6,5
NOTE Paganti 4.414, abbonati 2.399, incasso non comunicato. Ammoniti Iemmello, Polidori, Sounas, Mungo, Biasci. Angoli 10-3

Quarta vittoria di fila. Sudata, voluta, meritata: 3-2 alla Viterbese e primato solitario a + 3 su Crotone e Pescara. Il Catanzaro si è lanciato a razzo, è andato sotto, poi ha riacciuffato risultato e successo con le unghie e con i denti. Con la panchina, soprattutto, perché la gara l’hanno cambiata i subentrati: Cianci ha azzannato la Viterbese come un leone, Curcio l’ha stesa quando non sembrava più possibile vista la giornata di grazia di un portiere – quello ospite – che ha più di 40 anni ma non li dimostra.
Sounas, al quarto gol in campionato, ha sbloccato l’incontro dopo 50 secondi su assist di Tentardini. La gara sembrava in discesa, ma dopo un primo quarto d’ora in cui è stata troppo bassa, la Viterbese è cresciuta, sfiorato il pari con Marotta e segnato l’1-1 al 33’ grazie al regalo di Martinelli per Marotta capitalizzato da Polidori. Il raddoppio di Monteagudo, al 10’ della ripresa, è stato una perla: angolo di Mungo respinto dalla difesa di casa e spedito in rete con un sinistro al volo dal centrale ospite.
Una doccia gelata sul “Ceravolo” che, però, è esploso poco dopo quando Cianci (appena entrato) ha segnato il 2-2. Da lì le Aquile hanno continuato a pressare, Fumagalli si è esaltato prima su Cianci, poi su Iemmello, Bombagi e Curcio. Il 40enne portiere avversario, tuttavia, nulla ha potuto sull’incornata di Curcio imbeccato da Vandeputte. Il 3-2 ha innescato il decollo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook