Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Amministrative 2022

Home Video Amministrative 2022 Donato e Fiorita, visioni opposte di Catanzaro. IL CONFRONTO ALLA GAZZETTA

Donato e Fiorita, visioni opposte di Catanzaro. IL CONFRONTO ALLA GAZZETTA

Ultimi giorni prima del ballottaggio e Catanzaro saprà chi, tra Valerio Donato e Nicola Fiorita, sarà il suo nuovo sindaco. Ieri i due sfidanti sono stati protagonisti del nostro forum. Qui una piccola anteprima dell'intervista che domani leggerete sulle pagine di Gazzetta del Sud e potrete vedere in video nella versione integrale sul sito GazzettadelSud online.

Donato e Fiorita, il Consiglio comunale ha visto definirsi una sua prima geografia politica alla luce dei risultati del primo turno. Al netto degli aggiustamenti dopo il secondo turno, allora, la struttura è già abbastanza chiara con una maggioranza affidata alle forze che sostengono la proposta di Donato. Qual è la vostra visione sulla circostanza e sull’eventualità di un’amministrazione segnata dalla cosiddetta “anatra zoppa”?

Donato: «È una prospettiva non idilliaca. Non sarebbe facile far convergere una maggioranza consiliare su temi strategici. Ogni pratica può formare delle maggioranze, ma sulle linee programmatiche non penso sarà facile e di lungo periodo. Non escludo che Fiorita possa trovare maggioranze in Consiglio, ma questo porrebbe un problema politico».

Fiorita: «Registro con fastidio l’arroganza di chi vuole coartare la libertà degli elettori. Credo che ciò che ci aspetta sarà un Consiglio comunale molto frammentato, in cui l’unica possibilità di un governo forte è quella di avere un sindaco autorevole. Un sindaco che arriva con un fortissimo consenso popolare - io ho preso più del 6% delle mie liste - è l’unico che può governare un Consiglio comunale del genere senza pagare cambiali o promettere assessorati tanto per restare al potere».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook