Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Commissione antimafia a Catanzaro, Latella: "Lavoro difficile, ci sono resistenze"

Commissione antimafia a Catanzaro, Latella: "Lavoro difficile, ci sono resistenze"

"È andata bene, abbiamo dato il quadro di tutto quello che stiamo portando avanti. Ci sono ancora tantissime criticità ma le abbiamo espresse alla Commissione". Lo ha detto il prefetto Luisa Latella, componente della commissione straordinaria dell’Asp di Catanzaro, parlando con i giornalisti al termine dell’audizione davanti alla Commissione parlamentare antimafia, in missione a Catanzaro.

L’audizione della commissione straordinaria che guida l’Asp di Catanzaro dopo lo scioglimento dell’azienda sanitaria nel settembre 2019 per infiltrazioni mafiose è durata oltre due ore.

"Stiamo provando a portare avanti un lavoro che - ha proseguito Latella - non è facile, anche perchè spesso è un lavoro che non trova facilità di azione in quanto è spesso ostacolato». E questo, ha aggiunto, «non solo all’interno, anzi l’interno, per molti aspetti, devo dare atto che sta rispondendo bene e collabora". Con riferimento al futuro dell’Asp di Catanzaro, Latella ha specificato: "Noi restiamo fino a marzo, poi si vedrà".

“Ci costituiremo parte civile in Scott Rinascita nel dibattimento”, ad annunciarlo il referente in Calabria dell’associazione Libera don Ennio Stamile al suo arrivo in Prefettura a Catanzaro dove si stanno svolgendo le audizioni della Commissione parlamentare antimafia.

La commissione parlamentare antimafia tornerà presto in Calabria e in particolare a Vibo Valentia. Ad annunciarlo il procuratore di Vibo Camillo Falvo lasciando la prefettura di Catanzaro dopo essere stato ascoltato dai componenti dell’Antimafia. Il procuratore si è detto particolarmente colpito dall’attenzione che la Commissione ha riservato al territorio Vibonese.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook