Mercoledì, 14 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Coronavirus a Vibo, l'Asp punta a vaccinare 700 persone al giorno

Coronavirus a Vibo, l'Asp punta a vaccinare 700 persone al giorno

Nel corso di una conferenza stampa, il direttore sanitario Matteo Galletta, insieme a tutta l'equipe che sta operando, ha fatto il punto della situazione sul piano vaccinale nel Vibonese

Un nutrito e composito tavolo operativo. Un team, definito dal direttore sanitario dell'Asp di Vibo Matteo Galletta, multiprofessionale e multidisciplinare. Nel corso di una conferenza stampa convocata nella sede dell'Azienda Sanitaria Provinciale di via Dante Alighieri, l'equipe sanitaria che sta gestendo l'emergenza coronavirus ed il piano vaccinale, ha fatto il punto della situazione rispetto all'andamento dei vaccini. A fare le veci del commissario Maria Bernardi, è stato lo stesso Galletta che ha sciorinato numeri ed obiettivi messi in campo dal team che sta operando.

Le criticità permangono e sono numerose, a partire dal fatto che, ad esempio, il comune di Acquaro, nelle pre-Serre vibonesi, è stato avvisato solamente ieri sera della campagna di vaccinazione in atto oggi. C'è il problema ancora di chi continua a sostare davanti all'Asp dando luogo a numerosi assembramenti con l'obiettivo di avere risposte sulla prenotazione.

"L'obiettivo - ha sottolineato Galletta - è quello di arrivare a vaccinare 700 persone al giorno con i nostri punti vaccinali. Nella città di Vibo sono tre: il palazzetto dello sport, l'ospedale Jazzolino, ed il poliambulatorio di Moderata Durant. Ci sono postazioni mobili a Tropea, Serra San Bruno e nei diversi comuni dove si sta proseguendo con la vaccinazione degli over80. Stiamo andando avanti - ha proseguito Galletta - anche con la vaccinazione a domicilio ed abbiamo previsto più unità perchè è un impegno che richiede tempo. Ogni giorno riusciamo ad arrivare a 50-60 pazienti".

Irrobustire il personale

La Protezione civile regionale ha chiesto che venga rinforzato il personale. Noi abbiamo mandato un fabbisogno in regione chiedendo il raddoppio delle unità che sono presenti oggi in azienda: abbiamo chiesto 10 medici in più 25 infermieri ed una ventina di amministrativi.

Le previsioni sugli over 80

"A metà aprile - ha concluso Galletta - termineremo il primo inoculo e credo che termineremo a fine maggio in tutti i comuni della provincia"

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook