Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Sorvola Pizzo a 80 anni per gustarsi il panorama: “Il prossimo anno durerà... un'ora” IL VIDEO

Sorvola Pizzo a 80 anni per gustarsi il panorama: “Il prossimo anno durerà... un'ora” IL VIDEO

Virginia Lico sfida l’età insieme al figlio. Il “battesimo” dell’aria lo aveva già fatto cinque anni addietro

Ottant’anni e non sentirli. Virginia Lico li ha compiuti lo scorso aprile ma non se li sente affatto; e, per dirla tutta, neanche li dimostra. Qualche giorno fa ha voluto sfidare l’età e si è messa in gioco salendo sul Paramotore biposto del figlio, Aldo Amabile. Col velivolo usato, ha potuto così apprezzare dall’alto la città. «Mia madre è una temeraria – racconta Aldo Amabile, idraulico per professione ed esperto pilota per passione, molto vicino alle Frecce Tricolori – ed è stato emozionante portarla con me in volo. Si è divertita ma già conosceva l’ebbrezza del volo perché il “battesimo” dell’aria lo aveva fatto 5 anni fa. Una volta decollati, inizialmente era un po’ trattenuta, forse per l’emozione, ma una volta in aria si è scatenata. Ha ammirato Pizzo dall’alto e questa esperienza le ha regalato una nuova emozione».

La storia

La signora Virginia è rimasta vedova a 43 anni, ha 5 figli, 9 nipoti e 2 pronipoti ed ancora tanta vitalità. La vita non è stata sempre semplice, ma non ha mai perso il suo sorriso e l’energia per affrontarla superando ogni vicissitudine. Del resto si è sempre occupata dei figli e della casa a tempo pieno, attingendo così sempre la forza per andare avanti. Mercoledì, col piccolo ultra-leggero biposto, sono decollati nei pressi del fiume Angitola e, dopo un primo giro a 200 metri di altezza, ha chiesto di abbassarsi un po’ per ammirare più da vicino le bellezze del territorio; ha iniziato prima ad ammirare il tappeto verdissimo costituito dalla pineta, per poi sovrastare la distesa marina, sino alla Seggiola. «Ha già stabilito di rifare il giro – racconta il figlio – e questa volta vuole starci un’ora, perché 35 minuti non le sono bastati». Una parentesi a parte, la merita anche Aldo Amabile, l’idraulico-pilota che vive e lavora a Trieste e, per le feste comandate o le vacanze ritorna a Pizzo con la famiglia. Aldo è un leader dei paramotoristi e vola con la nazionale Parapendii; con la sua squadra precede o conclude l’uscita delle Frecce Tricolori. «Quando voliamo con le Frecce Tricolori – spiega – e riesco ad annullare tutti gli “air show”, ne approfitto per ritornare a Pizzo e, quando c’è l’occasione porto in volo le persone». Anche il commissario Antonio Reppucci si è detto pronto a fare quest’esperienza. Magari l’anno prossimo.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook