Venerdì, 23 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Video Salute Coronavirus, le difficoltà e l'eccellenza dell'oncoematologia pediatrica di Catanzaro

Coronavirus, le difficoltà e l'eccellenza dell'oncoematologia pediatrica di Catanzaro

Il coronavirus non ha trovato impreparati i sanitari del reparto di oncoematologia pediatrica dell'azienda ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro che già prima della pandemia si erano attrezzati con calzari e mascherine sterili, vista la tipologia dei pazienti da trattare. Purtroppo, però, diverse attività come "La scuola in ospedale" dove gli insegnanti si recavano in reparto per non far rimanere indietro negli studi i piccoli pazienti e "Il narratore di fiabe" dove un ex insegnante o un volontario raccontavano le storie ai bambini, sono state sospese. Ma ci sono anche le eccellenze come la zona sterile con un atrio da dove si accede alle "camere bianche", ovvero stanze con lettino singolo e bagno, tutto a bassa carica microbica indispensabili per curare alcune patologie. Di tutto questo, e anche altro, ha parlato ai nostri microfoni il primario del reparto, la dottoressa Maria Concetta Galati.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook