Mercoledì, 23 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
INTERROGATORI

'Ndrangheta in Sila, i clan del Reventino al gip: "Non esiste alcuna cosca"

di
carrubia 'ndrangheta sila, gip, interrogatori, Giovanni Mezzatesta, livio mezzatesta, Catanzaro, Calabria, Cronaca
A coordinare le indagini il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri

«Non esiste alcuna cosca Mezzatesta», è quanto hanno dichiarato davanti al gip Ionela Tutuianu, Giovanni e Livio Mezzatesta, tutti accusati di associazione mafiosa per aver fatto parte del clan in guerra con cosca Scalise. La Tutuianu è per la Dda la reggente del gruppo criminale dopo l’arresto di suo marito Domenico Mezzatesta in carcere per il duplice omicidio di Giovanni Vescio e Francesco Iannazzo.

Una ricostruzione che la 41enne romena, difesa dall’avvocato Antonio Gigliotti, ha negato durante l’udienza di convalida del fermo. La donna è stata interrogata per rogatoria dal giudice di Verbania che ieri pomeriggio ha deciso di convalidare il provvedimento emesso dalla Dda catanzarese. «Non abbiamo nulla a che vedere con la ‘ndrangheta» hanno sostenuto Livio e Giovanni Mezzatesta comparsi davanti al gip di Lamezia Terme Emma Sonni. Difesi dagli avvocati Giovanni Merante (dello studio Pittelli) e Antonio Gigliotti i due hanno respinto il quadro accusatorio della Procura.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Calabria in edicola oggi

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X