Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Autobomba a Limbadi, via al processo. I coniugi Vinci: "Ci hanno lasciati soli"

di
autobomba limbadi, Francesco Vinci, Matteo Vinci, Rosaria Scarpulla, Catanzaro, Calabria, Cronaca

Seduti in disparte nell'ultima fila, alle spalle del loro avvocato, soli nella grande aula della Corte d'Assise del Tribunale di Catanzaro. È questa l'immagine che resta della prima udienza del processo per l'autobomba che dilaniò Matteo Vinci a Limbadi il 9 aprile 2018.

Nessuno, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, si è costituito parte civile al fianco dei coniugi Francesco Vinci e Rosaria Scarpulla; istituzioni, enti locali, associazioni, tutti assenti. Una mancanza che la madre del giovane barbaramente ucciso non può fare a meno di sottolineare con parole di fuoco: «Questa aula vuota - ci dice durante una pausa dell'udienza - è il segno di quello che abbiamo dovuto combattere fino adesso, l'omertà anche delle istituzioni".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook