Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA PERIZIA PSICHIATRICA

Dottoressa ferita con il cacciavite a Crotone, l'imputato dichiarato "capace di intendere"

di
dottoressa cacciavite, ospedale crotone, ospedale san giovanni di dio, Luigi Amoruso, Maria Calindro, Maria Chiarello, Michele Ciociola, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Maria Carmela Calindro

Luigi Amoruso, il 50enne che nel dicembre 2018 aggredì a colpi di cacciavite la dottoressa Maria Calindro nel parcheggio dell'ospedale “San Giovanni di Dio” di Crotone, dove il medico lavora nel reparto di Medicina interna, è stato ritenuto «capace di partecipare al processo». Contestualmente all'uomo, giudicato «socialmente pericoloso», è stata «confermata la capacità di intendere e volere», la quale però, al momento dell'aggressione, è «grandemente scemata». Sono queste le conclusioni della perizia psichiatrica fornita ieri nell'udienza del procedimento che si sta svolgendo col rito abbreviato.

Al 50enne, attualmente detenuto in carcere, la Procura contesta il reato di tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione e dalla crudeltà.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook