Mercoledì, 19 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta a Piscopio, per Natale kalashnikov in legno per un bimbo di 5 anni
IL BLITZ

'Ndrangheta a Piscopio, per Natale kalashnikov in legno per un bimbo di 5 anni

di

Un kalashnikov per regalo. Il micidiale fucile mitragliatore, intagliato e riprodotto nel legno con agghiacciante realismo, come dono, presumibilmente da mettere sotto l’albero di Natale, per un bimbo di pochi anni.

A ritrovarsi il “modellino” a grandezza naturale tra le mani sono stati i carabinieri di Vibo nel corso delle perquisizioni scattate ieri nell’ambito dell’esecuzione di sei misure cautelari a Piscopio, per l’omicidio di Salvatore Battaglia, di 21 anni e il ferimento di Giovanni Zuliani, di 23 (quest’ultimo destinatario di uno dei provvedimenti).

Il ritrovamento del kalashnikov in legno - ricostruisce la Gazzetta del Sud in edicola - descrive la complessità della situazione a Piscopio, dove è attiva una delle locali di ’ndrangheta tra le più attive e agguerrite del Vibonese.

Non a caso, nel corso della conferenza stampa, è stato ricordato quanto in più occasioni evidenziato dal procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, ovvero che il 99 per cento dei bambini nati nelle famiglie di ’ndrangheta è destinato a diventare un “soldato” dei clan. «Ecco perché si sta cercando di togliere la patria potestà ai genitori conclamati mafiosi e mandare i minori lontano dalle famiglie». In passato sempre a Piscopio per il suo 16esimo compleanno un giovane ricevette una pistola 7,65.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook