Domenica, 05 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Processi “aggiustati” a Catanzaro, periti corrotti e mazzette per incarichi
INCHIESTA GENESI

Processi “aggiustati” a Catanzaro, periti corrotti e mazzette per incarichi

di

I periti per essere nominati non dovevano essere bravi ma «disponibili», le candidate a un concorso non bastava fossero preparate era preferibile che fossero “gentili”.

L'ufficio del presidente di sezione della Corte d'Appello e presidente della Commissione tributaria provinciale di Catanzaro Marco Petrini non sarebbe servito solo ad aggiustare i processi, ma si sarebbe trasformato in una sorta di ufficio di collocamento. Naturalmente, stando agli elementi emersi fino ad ora, sempre dietro corrispettivo che fossero soldi, regali o “favori” di altra natura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook