Domenica, 06 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sorianello, tentata estorsione a una ditta edile: 42enne va in carcere
VIBO VALENTIA

Sorianello, tentata estorsione a una ditta edile: 42enne va in carcere

Secondo aggravamento della misura cautelare nell'arco di pochi giorni. I carabinieri della Stazione di Soriano Calabro hanno, infatti, eseguito un provvedimento cautelare in carcere - emesso dal gip del Tribunale di Vibo Valentia Marina Russo, su richiesta della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, a firma del Procuratore della Repubblica Camillo Falvo e del sostituto Corrado Caputo - nei confronti di Salvatore Zannino, di 42 anni originario, di Sorianello, per tentata estorsione in concorso nei confronti di una ditta edile del territorio vibonese.

Zannino, unitamente a Domenico Tassone, 35 anni di Soriano Calabro, erano stati tratti in arresto il 4 marzo scorso per il medesimo reato avvenuto nel febbraio 2019 nel territorio di Soriano. Per tale motivo Zannino, era stato ristretto agli arresti domiciliari. Le ulteriori acquisizioni investigative in merito ai controlli avvenuti presso la sua abitazione, ad opera dei militari della Stazione Carabinieri di Soriano Calabro, avrebbero però consentito di evidenziare la sussistenza, ancora oggi, del “pericolo che le condotte trasgressive dello Zannino possano compromettere l’ulteriore prosieguo investigativo”.

La violazione riscontrata durante in controllo presso il domicilio di Zannino è stata ritenuta sintomatica di una “totale inaffidabilità del soggetto” il quale avrebbe mostrato “l’assoluta inidoneità del regime detentivo domiciliare”. Quindi, dopo l’ordinanza di custodia cautelare in carcere che aveva raggiunto Domenico Tassone pochi giorni prima, anche Salvatore Zannino è stato ristretto nella casa circondariale di Vibo Valentia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’esecuzione di ben due ordinanze di aggravamento di misura cautelare, a distanza di pochi giorni, con l’applicazione del regime carcerario, dimostrano la particolare attenzione della Procura della Repubblica di Vibo e delle Forze dell’Ordine alle dinamiche criminali sul territorio anche nel periodo di emergenza sanitaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook