Mercoledì, 26 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, processo Coccodrillo: il pm ha chiesto la condanna di sette imputati
LE RICHIESTE

Catanzaro, processo Coccodrillo: il pm ha chiesto la condanna di sette imputati

Requisitoria nel procedimento con rito abbreviato
Catanzaro, Cronaca
La sede del gruppo imprenditoriale Lobello a Catanzaro

La Dda di Catanzaro ha chiesto sette condanne nel processo con rito abbreviato scaturito dall'inchiesta Coccodrillo che ha svelato l’intreccio tra i clan del crotonese e catanzarese e il gruppo imprenditoriale Lobello. Il pubblico ministero al termine della sua requistoria davanti al gup distrettuale Paola Ciriaco ha chiesto la condanna di Francesco Iiritano, (30enne), di Catanzaro, 4 anni, 6mila euro di multa; Vincenzo Pasquino, (60enne), di Catanzaro, 4 anni, 6 mesi e 12mila euro; Giuseppe Rotella, (53enne), di Simeri Crichi, 4 anni; Pasquale Torchia, (45enne), di Botricello, 3 anni e 8 mesi; Pasquale Vespertini, (40enne), di Catanzaro, 2 anni , 6 mesi e 600 euro di multa; Caterina Garcea, (41enne) di Catanzaro, 4 anni e Luciano Vitale, (54enne), di Catanzaro, 2 anni e sei mesi. Mentre ha chiesto l’assoluzione per Antonio Capellupo, 47 anni, residente a Botricello e il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Pietro Garcea, 35 anni, di Catanzaro. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 31 gennaio per l’inizio delle discussioni difensive degli avvocati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook