Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mesoraca, oggi i funerali della piccola Ginevra: proclamato il lutto cittadino
CAUSA COVID

Mesoraca, oggi i funerali della piccola Ginevra: proclamato il lutto cittadino

Il sindaco Annibale Parise ha anche invitato a osservare un minuto di silenzio alle 12 nelle scuole e negli uffici pubblici, ma ha posto alcuni interrogativi sulla gestione: "Perché è stato necessario raggiungere Roma?"

Sono stati fissati per le 15 di oggi a Mesoraca (Crotone) i funerali della piccola Ginevra, la bimba di due anni deceduta a causa del Covid.

Il sindaco di Mesoraca, Annibale Parise, ha emanato un’ordinanza per proclamare il lutto cittadino, invitando a osservare un minuto di silenzio alle 12 nelle scuole e negli uffici pubblici. La piccola Ginevra è deceduta nella giornata di domenica scorsa all’ospedale Bambin Gesù di Roma dove era stata trasferita d’urgenza dall’ospedale di Catanzaro a bordo di un aereo militare.

«Mi chiedo - osserva il sindaco Parise, interpellato dall’Agi - perché mai sia stato necessario caricare un’ambulanza su un aereo per raggiungere Roma se, come dicono, all’ospedale di Cosenza sono presenti sei posti di terapia intensiva pediatrica. Evidentemente in questo ospedale non sono attrezzati per fare alcune cose, come la rianimazione pediatrica o come la circolazione extracorporea. Per quale ragione - prosegue Parise - è stata scomodata l’Aeronautica militare? Evidentemente alcune cure in Calabria non possono essere garantite. E’ normale questo in una Regione di due milioni di abitanti? La sanità in Calabria - conclude il sindaco - si sta sciogliendo come neve al sole ma intanto il debito lievita».

Sulla vicenda il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha annunciato un’inchiesta interna.

Lutto cittadino anche ad Acquaviva delle Fonti (Bari) paese del papà della piccola Ginevra

Lutto cittadino anche ad Acquaviva delle Fonti (Bari), oggi in occasione dei funerali della bambina di 2 anni di Mesoraca, in provincia di Crotone, morta a causa di complicanze legate al Covid-19. A proclamarlo è stato il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci, che ne ha dato notizia con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, spiegandone le ragioni. "Il Comune di Acquaviva si associa al lutto cittadino proclamato dal Comune di Mesoraca per la morte della piccola Ginevra, figlia del nostro concittadino, carabiniere in servizio alla stazione di Petilia Policastro (Crotone)", ha scritto il primo cittadino. "La nostra solidarietà alla famiglia, travolta da questa tragedia assurda che ingiustamente le ha strappato una meravigliosa creatura", ha concluso il sindaco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook