Sabato, 27 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Premio letterario Cibotto, secondo posto per la saggistica alla catanzarese Maria Primerano
LETTERATURA

Premio letterario Cibotto, secondo posto per la saggistica alla catanzarese Maria Primerano

Maria Primerano, Catanzaro, Cultura
Maria Primerano

Seconda classificata per la saggistica edita al Premio letterario Giannantonio Cibotto 2021 la scrittrice catanzarese cardiologa Maria Primerano. Il Premio è stato conferito a Rovigo a 34 autori italiani ed internazionali, selezionati per oltre 440, tra scrittori, poeti e saggisti e 682 opere in concorso. Grandissima adesione, dunque e gran bel risultato per la Primerano. L’opera premiata è Rossini Lo stravagante ,testo intrigante che nel giro di un anno e mezzo dalla pubblicazione ha collezionato ben nove premi letterari, tra cui sette primi premi in tutta Italia, ed è stato catalogato in prestigiose biblioteche nel mondo come la biblioteca dell’Università Sorbona a Parigi, la Biblioteca di stato di Monaco di Baviera e di Berlino, la Biblioteca storica Herzog August di Wolfenbuttel in Bassa Sassonia, la Biblioteca della Harvard University a Cambridge oltre che in quelle di numerosi teatri come del Museo Civico teatrale Carlo Schmidl a Trieste, della Fondazione I Teatri Reggio nell’Emilia a Reggio Emilia, nella Biblioteca del Gabinetto scientifico - letterario G.P. Viesseux a Firenze e in quella comunale di Pesaro, città natale di Rossini.

Eccelsa la motivazione del Premio conferito a Maria Primerano che recita così: Un’opera stupenda, spumeggiante, frizzante, meravigliosamente viva. Con stile inimitabile l’autrice, cardiologa, pianista classica, giornalista e scrittrice, ci regala un ritratto del grande compositore inedito e sorprendente. Un percorso tra i ricordi della vita di Rossini, gli incubi, i trionfi, le avventure sentimentali, le curiosità, le passioni gastronomiche vissute nell’al di qua e i tanti incontri e ritrovamenti nel mondo di là. L’autrice ci fa rivivere i gorgheggi, i personaggi, i pensieri, le meravigliose arie d’opera create da Rossini - Genio che scrisse: “Mangiare, amare, cantare e digerire sono i quattro atti di quell’opera comica che è la vita e che svanisce come la schiuma di una bottiglia di champagne. Chi la lascia sfuggire senza averne goduto è un pazzo”. Angioletta Masiero  presidente del Premio, valente giornalista, scrittrice e poetessa del Polesine, nonché curatrice di premi letterari, ha premiato i vincitori al Teatro Ballarin di Lendinara, Rovigo, per questo progetto sostenuto dal Comune di Lendinara, il Circolo di Rovigo oltrechè Uildm. Quattro le sezioni in gara: Narrativa, Saggistica, Poesia Edita e Poesia Inedita. Dopo i saluti del sindaco Luigi Viaro, del presidente della Provincia Ivan Dall’Ara, la parola è passata ai componenti del comitato d’onore: il direttore della biblioteca lendinarese Nicola Gasparetto, la direttrice di RovigoOggi.it Irene Lissandrin, Giacomo Luzzagni e Stefano Valentini de La tribuna letteraria, Lino Segantin, direttore de Il Ventaglio; sullo sfondo le bellissime opere in vetro dell’artista Jone Stuardi che sarebbero passate dopo poco tra le mani dei premiati.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook