Lunedì, 18 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Call center di Crotone, mille posti da difendere: il sindaco vuole coinvolgere il Governo
LAVORO

Call center di Crotone, mille posti da difendere: il sindaco vuole coinvolgere il Governo

di

Esponenti politici e rappresentanti istituzioni si mobilitano per salvare i 1200 posti di lavoro della sede di Crotone dell'Abramo Customer Care. La notizia della richiesta di concordato preventivo da parte dell'azienda che dà lavoro a tremila persone e che ha sedi oltre che in Calabria (Montalto Uffugo e Catanzaro) anche nel Lazio ed in Sicilia, Abramo ha destato allarme in città con una levata di scudi corale da parte del mondo della politica, oltre che del sindacato.

Il primo ad aver dichiarato l'intenzione di coinvolgere il Governo è stato il sindaco Vincenzo Voce. «Occorre una parola chiara e che sia definitiva sul futuro dell'azienda e soprattutto dei lavoratori - sono le parole del primo cittadino -. La chiederemo al Governo ma anche all'azienda che interpelleremo a breve anche per valutare, insieme con le rappresentanze sindacali una concreta azione, che abbia prioritariamente a cuore il futuro dei dipendenti». Voce si dice preoccupato dalla costante situazione di incertezza in cui versano i dipendenti dell'azienda catanzarese e scrive ancora: «Basta con questa altalena sul futuro dei lavoratori. Basta queste continue oscillazioni che creano soltanto fortissima preoccupazione».

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook