Venerdì, 24 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport SuperLega, è la Callipo dei record. Giallorossi sempre più bandiera del Sud - FOTO

SuperLega, è la Callipo dei record. Giallorossi sempre più bandiera del Sud - FOTO

di

12 vittorie, 34 punti, 4 come il quarto posto in classifica. E' la Tonno Callipo dei record, è la Tonno Callipo sempre più porta bandiera del Sud Italia in un campionato di SuperLega di pallavolo maschile da sempre dominato dai "potentati" del Centro-Nord.

Non vincerà lo scudetto, e, d'altronde, quello di vincere il campionato non è mai stato un obiettivo del presidente Pippo Callipo. Il budget a disposizione non è minimamente paragonabile a quello di super squadre come Civitanova e Perugia, ma questa stagione sta dimostrando come le scelte oculate pagano nel lungo medio-termine.

Dopo anni di sofferenza, dopo tre stagioni in cui la società giallorossa ha raccolto molto poco, questa Tonno Callipo ora si sta prendendo la rivincita con gli interessi. La vittoria di ieri sera con Milano ha, di fatto, blindato la qualificazione diretta ai quarti di finale play-off ed il mantenimento del quarto posto vorrebbe dire affrontare la serie play-off scudetto con la possibilità di giocare l'eventuale "bella" per la qualificazione alle semifinali in casa.

Questo quarto posto, alle spalle di tre "grandi" come Perugia, Civitanova e Trento è figlio di scelte di mercato ponderate, a partire da quella che ha portato a Vibo un allenatore preparato come Valerio Baldovin. Merito della società, del Ds De Nicolo e di un gruppo che sta lavorando sodo dal 13 luglio. Nessuno avrebbe potuto immaginare una Callipo così in alto in classifica dopo 18 giornate, una Callipo che, probabilmente, polverizzerà ogni record in termini di punti e di vittorie conquistate. Ed il fatto che questi risultati arrivino nel ventesimo anno consecutivo in Serie A (tra A2, A1 e SuperLega), deve rappresentare un ulteriore iniettore di fiducia ed ambizione per una società che ora non si può più nascondere. Talento, estro, voglia di vincere, sono i segreti di un gruppo sapientemente orchestrato dal capitano Davide Saitta e nel quale i due martelli, Rossard e Defalco, rappresentano le due punte di diamante.

Per vedere una squadra del Sud così in alto in classifica bisogna tornare addirittura al 1988 con l'Acqua Pozzillo Catania quarta, così come la Callipo oggi. Ora restano quattro partite per chiudere al meglio questa splendida regular season ed affrontare con rinnovata fiducia ed entusiasmo una post-season che potrebbe regalare ancora gioia ed emozioni a tutto l'ambiente, in primo luogo ai tifosi che stanno soffrendo maledettamente il fatto di non poter sostenere dal vivo i propri beniamini.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook