Martedì, 20 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

"Hipponion in festa", protagonisti dello sport premiati a Vibo: le foto

di

Che cos’è, o cosa dovrebbe essere, lo sport se non una grande festa, una celebrazione collettiva del fattore umano, della voglia di mettersi alla prova, di divertirsi, competere, migliorarsi? Da qui l’idea di celebrare ogni tipo di disciplina sportiva, di qualsiasi dimensione e ambizione, la sua valenza sociale, e naturalmente i suoi protagonisti che quotidianamente si impegnano per raggiungere nuovi traguardi, nell’ambito di una cerimonia denominata “Hipponion in festa” a Vibo Valentia.

La manifestazione - promossa dal Coni Calabria (attraverso il Coni Point di Vibo Valentia) e svoltasi nella sala consiliare del palazzo della Provincia - non è del tutto una novità. Piuttosto una tradizione che ritorna dopo un po’ di tempo: un’interruzione durata 11 anni a cui si è posto fine con un evento all’insegna della gioia e della condivisione. L’obiettivo è stato quello di rivolgere un ringraziamento agli atleti e alle società che nel corso dell’ultimo quinquennio si sono particolarmente distinti a livello regionale e nazionale dando lustro, con la propria attività, al territorio e al contempo hanno innescato processi virtuosi per l’intera collettività.

Perché la responsabilità affidata al mondo dello sport è gravosa: “Lo sport è in grado di educare al rispetto delle regole e chi lo pratica contribuisce alla crescita sana del territorio” come ha affermato il questore Andrea Grassi ricordando, poi, nel suo intervento lo sforzo quotidiano compiuto dalle Forze dell’ordine per assicurare a tutti il diritto di fare sport e di partecipare alle manifestazioni sportive. Dopo i saluti del sindaco Elio Costa e del presidente della Provincia Salvatore Solano, l’iniziativa coordinata dalla fiduciaria del Coni Point locale Elisabetta Carioti, è stata anche l’occasione per fare un resoconto delle attività svolte nell’ambito provinciale dal Comitato con l’intento di affermare la pratica sportiva come strumento di integrazione, sviluppo e inclusione sociale.

Poi i riflettori si sono accesi sui volti degli atleti e dei dirigenti a cui sono andate le targhe recanti le parole di Pierre de Coubertin, fondatore dei moderni giochi olimpici: “Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla”.

Ventotto le associazioni che sono state premiate tra scroscianti applausi e sorrisi: Associazione Atleti (Calogero Volpe, Mirko Bartoluccio, Sergio Pititto), Asd Motus Gym, San Costantino Calabro Bicinsieme Paesaggi in movimento, Asd Aurora Bocce (Gianluca Lucia, Giancarlo Lucia, Roberto Cammarata, Onofrio Marcello, Giuseppe Marcello, Fortunato Santaguida), Asd Atletica San Costantino Calabro (Francesca Pancione, Antonio Mazzitello, Laura Giofrè, Elisabetta Grasso, Francesca Chiarello, Chiara Raffaele), Asd Atletica Vibo Valentia (Francesco Dominelli), Asd Conoscere Jonadi, Mileto Marathon (Auddino Salvatore in qualità di organizzatore), Asd Sunrise (Giampaolo Solea), Maria Consuelo Laria, Elena Sorbara, Maria Rosa Aloe), Asd Art Dance (Antonio Dubrivnyy, Ilaria Coloca, Gregorio Corello, Daria Suslova), Asd Dance Academy F&M, Asd Calcio a5 (maschile e femminile), Asd Nicotera, Asd Parghelia Calcio (Giuseppe Barbieri), Ags Soriano 2010, Asd Real Vibo (Carlo Lico), Asd Accademy Karate San Bruno (Giovanni Luciano Calabretta), Asd Polisposportiva Virtus Vibo Valentia (Viola Zangara), Asd Shanti 1985 (Gregorio Lo Briglio, Caterina Potenzoni, Fabio Mazzeo, Gouzzaf Hassan, Filippo Curello, Vincenzo Milasi, Vincenzo Cutrullà), Cus Cosenza (Pasquale Alex Chiaramonte), Asd Thunder Pizzo (Carmelino D'Alì, Federica Mirabello), Asd Hipponion Nuoto (Laura Medini), Asd Sporting Vibo, Asd Tennis Club Maierato, Asd Atlantide (Matteo Florio, Fiore Steven, Gregorio Curello), Dmt Petroli Tennis Tavolo (Miriam Benedetta Carnovale, Chiara Antonietta Conidi), Asd Long Dao Academy (Miriam Minasi, Nazzareno Andreacchi, Maria Chiara Mezzatesta, Raffaele Bertucci, Bruno Mezzatesta, Domenico Liotti). Un riconoscimento speciale è andato all’Us Vibonese Calcio e alla Volley Tonno Callipo. “Un momento di gloria che abbiamo voluto regalare a tutti gli sportivi con l’invito a considerare la disciplina sportiva come un esercizio formativo per la vita reale” ha commentato il presidente regionale del Coni Calabria, Maurizio Condipodero.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook