Sabato, 17 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
URBANISTICA

Il sindaco Abramo cerca un'idea per Giovino: "Basta con lottizzazioni e villette"

di
bando, consiglio comunale, giovino catanzaro, Catanzaro, Calabria, Politica
L'operazione "verità" del sindaco Abramo su Giovino

Il sindaco Sergio Abramo ieri ha riunito capigruppo e consiglieri regionali del centrodestra per spiegare alla stampa che lungi dall'avere intenzioni “cementificatorie”, lui di colate di cemento sull'area pregiata di Giovino non ne vuole vedere, anzi dice no alle «villette che poi diventano seconde case». E ha «sempre respinto i progetti di lottizzazione» diversamente dall'opposizione consiliare.

L'area di pregio è già normata dal piano attuativo della zona G (Bellino) e il bando internazionale di idee sul quale ferve una rovente polemica considera «la possibilità - si legge nel testo del bando - che venga valutato un procedimento di variante urbanistica qualora gli interventi propongano soluzioni innovative e di prevalente interesse pubblico assumendo maggiori oneri relativamente alla totalità della realizzazione delle opere di urbanizzazione comprensoriali e dei servizi pubblici di base. In tale fattispecie - prosegue il bando - sarà possibile un proporzionale aumento dell'indice di fabbricabilità previo trasferimento di cubatura». Si tratta sostanzialmente di un bando esplorativo «pubblicato per errore visto che un bando non ratificato dalla Giunta - sottolinea il sindaco Sergio Abramo - non poteva essere valido».

Per saperne di più leggi la versione integrale dell'articolo su Gazzetta del Sud – edizione Catanzaro in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook