Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
VIBO VALENTIA

Agguato a Piscopio contro i cugini del boss, morto in ospedale uno dei feriti: sì alla donazione degli organi

agguato, donazione organi, piscopio, sparatoria, Giovanni Zuliani, Salvatore Battaglia, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Salvatore Battaglia

Non ce l'ha fatta il giovane 21 enne di Piscopio ferito a colpi di arma da fuoco al collo e all'addome nella notte tra venerdì e sabato all'interno di un'auto parcheggiata nella villetta del piccolo paese del Vibonene, in via Regina Margherita.

Salvatore Battaglia è deceduto intorno a mezzogiorno fa nel reparto di rianimazione dell'ospedale Pugliese di Catanzaro, dove era stato ricoverato la notte stessa dell'agguato per via delle gravissime condizioni.

Ora i carabinieri indagano per omicidio e tentato omicidio. A rimanere ferito alle arti inferiori quella notte è stato pure Giovanni Zuliani, 23 anni, anche lui di Piscopio, che si trovava in auto insieme a Battaglia. Il giovane si trova ancora ricoverato al Pugliese di Catanzaro nel reparto di Ortopedia.

I familiari di Salvatore Battaglia hanno dato l'autorizzazione all'espianto degli organi del 21enne deceduto a causa delle gravi ferite.

All'ospedale di Catanzaro è in atto l'osservazione di morte cerebrale. Al termine della procedura si procederà con l'espianto. Una scelta dolorosa quella dei familiari del 21enne i quali hanno deciso in questi drammatici momenti di dare in un certo qual modo un senso alla violenta morte di Salvatore i cui organi potranno aiutare altre persone e nei quali il ragazzo, nonostante tutto, continuerà a vivere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook